REGGIO EMILIA-Segui le dichiarazioni dei protagonisti della partita del Mapei Stadium fra Reggiana e Samb. I granata “puniscono” i rossoblu con due gol: di Nolè in avvio e Manconi nella ripresa le segnature.

Mike Piazza (presidente della Reggiana): “La squadra ha lottato, sta migliorando in coraggio e fiducia e dobbiamo continuare così. Pensiamo che se continuiamo a giocare bene e con energia come oggi avremo il supporto dei tifosi. Abbiamo una buon affiatamento e vogliamo continuare così.”

Ottavio Palladini: “Tutti sottotono oggi secondo me, siamo mancati in aggressività e cattiveria sbagliando anche molte ripartenze. La Reggiana mi ha impressionato più di tutte finora, speriamo di ripartire da qui per la prossima gara col Teramo a cui dobbiamo pensare già da domani. Da queste partite si capiscono tante cose, se non corri in questo campionato subisci da tutti. Mi prendo tutte le responsabilità di questa sconfitta.”

Trevor Trevisan (capitano e difensore centrale della Reggiana): “I nostri attaccanti si fanno il mazzo correndo là davanti e poi quando arriva loro la palla hanno anche la lucidità di segnare, siamo fortunati in questo senso. Siamo una rosa ampia e competitiva quindi chi gioca gioca e le prestazioni rimangono alte, lo ha dimostrato la partita col Modena in Coppa Italia. Oggi ho visto un passo avanti nella gestione della gara, stiamo prendendo consapevolezza nei nostri mezzi e mentalità vincente. Continuiamo così.”

Vasile Mogos(terzino destro della Reggiana): Noi prepariamo allo stesso modo la partita indipendentemente dall’avversario e oggi l’abbiamo preparata bene. Io il designato alle punizioni? In allenamento mi riescono e quindi le ripropongo in partita, tutto qui. Vedere correre Manconi, Guidone e Nolè è stata una bella cosa, sono i primi difensori e anche grazie a loro abbiamo portato a casa una vittoria senza grandi sofferenze.”

Loris Damonte: “Sono stati più bravi di noi, c’è poco da dire. Abbiamo sofferto molte situazioni di gioco. Ho sofferto in particolare il brevilineo Nolè? Neanche Bracaletti della Feralpisalò era un longilineo eppure ha fatto molto meno di Nolè oggi, è una questione di squadra. L’idea era quella di sorprenderli con palle lunghe visto che giocavano con la difesa molto alta ma spesso la palla alta è stata preda dei loro difensori. Vogliamo rifarci già dalla prossima gara col Teramo e lavoreremo duro per questo.”

Emiliano Tortolano: “Voglia e determinazione ce l’abbiamo sempre messa ma le partite come quelle di oggi capitano e non puoi farci nulla sinceramente. Resto convinto che siamo una buona squadra e ci rifaremo col Teramo. Loro costruiti per vincere ma noi stiamo in ogni caso facendo un buon campionato e riusciremo a continuare il nostro cammino nonostante questa sconfitta”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.123 volte, 1 oggi)