GROTTAMMARE – L’11 e 12 novembre torna l’amata Fiera di San Martino che ogni anno affolla le strade di Grottammare. Tanti eventi in programma per due giornate all’insegna delle tradizioni e del divertimento.

Presente, anche quest’anno, un elevato numero di espositori, ben 411 ambulanti disposti nelle diverse vie del paese, tra prodotti alimentari, casalinghi, animali e fiori, alimenti e bevande e tanto altro. Le Regioni coinvolte rappresentano sicuramente il Centro Italia ma la fiera ospita anche attività che vanno dal Piemonte alla Puglia, testimoniando una tradizione ormai secolare.

Presenti, inoltre, 20 Associazioni no profit, disposte all’interno della Piazza San Pio V, tra cui troviamo quest’anno una coppia di associazioni di Arquata del Tronto con la promozione delle loro magliette per raccogliere fondi dopo il sisma. Per la promozione della pace e dei diritti umani, come ogni anno, c’è il Chiosco della Pace, in Piazza Fazzini, con vari intrattenimenti per i più piccoli in collaborazione con l’ISC Leopardi.

Gli stand gastronomici sono disposti all’interno del Parco delle Rimembranze, con specialità culinarie a cura dell’associazione culturale “Madonna della Speranza”.

Grande novità per quest’edizione 2016 è la presenza della tradizionale Sagra della Castagna di Montemonaco, giunta alla sua 39esima edizione che, causa terremoto, si trasferisce a Grottammare ed è allestita anch’essa all’interno del Parco delle Rimembranze.

Altra importante novità riguarda il Giardino comunale, pensato per recuperare le tradizionali origini della Fiera di San Martino, con la “Fattoria didattica“: una grande esposizione di varie specie animali, tipiche delle fattorie marchigiane, tra cui cavalli, capre, vitelli, conigli, papere e tanti altri. Ogni animale è regolarmente registrato e, per l’intera durata della fiera, è prevista la presenza di un medico veterinario, il tutto a cura dell’associazione culturale Presepe Vivente.

“Una fiera che guarda contemporaneamente al passato e al futuro – afferma il Sindaco di Grottammare Enrico Piergallini – cercando di riscoprirne le origini e le tradizioni. Uno sguardo al passato perchè vogliamo recuperare la sua vocazione originaria con un forte legame ai mercati boari; al futuro perchè saranno utilizzati molto di più gli strumenti social, grazie anche al supporto dell’associazione Madonna della Speranza. Una fiera che, al tempo stesso, interpreta il presente accogliendo la richiesta del Sindaco di Montemonaco Onorato Corbelli, ospitando le loro tradizionali castagne.

I servizi comprendono un bus navetta gratuito sia da San Benedetto del Tronto, partenza dalla rotonda del Ballarin e dalla rotonda di Via Garibaldi, sia da Cupra Marittima, partenza nel piazzale della Libertà e presso la Stazione ferroviaria.

I parcheggi sono disponibili sul lungomare, lungo la linea di transito e l’isola pedonale di Viale della Repubblica, presso l’ex piazzale ferroviario, nell’area parcheggio dell’ex ferrovia in zona Le Terrazze, presso la zona Tesino Village e presso il centro storico.

I mezzi di soccorso sono presenti, come ogni anno, davanti all’ingresso ovest del Municipio e in piazza Kursaal.

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 4.510 volte, 2 oggi)