Qui le puntate precedenti della bagarre Bagalini-Cava link1

  link2

SAN BENEDETTO DEL TRONTO- La “querelle” fra Udc e Luigi Cava con oggetto la nomina di quest’ultimo a capo dello staff del Sindaco Piunti, va avanti da qualche tempo con i centristi che oggi sono tornati alla carica con il coordinatore cittadino Fabio Bagalini che ha affermato di aver chiesto “di prendere visione del contratto di lavoro di Luigi Cava il 6 ottobre e ancora non abbiamo avuto risposta”.

Il Capo di Gabinetto di Piunti, sentito sulla questione, si difende: “Ho concesso la visione del mio contratto nonostante gli uffici preposti mi avessero informato che non ne ero obbligato” esordisce Cava, che poi precisa anche la questione tempi “la legge dà 30 giorni di tempo agli uffici per rispondere a una richiesta di accesso agli atti e non sono ancora passati, in certe dinamiche bisognerebbe tener conto della grossa quantità di richieste mensili che gli uffici preposti hanno e capire che serve del tempo per smaltirle” sottolinea il collaboratore del Sindaco che chiude laconicamente “si dà un’idea sbagliata sulla questione con certe esternazioni, si parla prima del tempo, l’amministrazione è limpida”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 568 volte, 1 oggi)