LA NOSTRA DIRETTA TERMINA QUI. RINGRAZIAMO COLORO CHE HANNO CONSENTITO DI SVOLGERE QUESTO SERVIZIO E TUTTI I LETTORI CHE CI HANNO AIUTATO ALLA DIFFUSIONE DI INFORMAZIONI CHE IN ALCUNI MOMENTI, CONSIDERANDO LA DELICATEZZA DELL’EVENTO, SONO STATE IMPORTANTI PER L’ORGANIZZAZIONE DEI PRIMI SOCCORSI.

 

Diretta a cura di Pier Paolo Flammini, Gian Marco Marconi, Carlo Fazzini, Chiara Tremaroli, Matteo Bianchini, Leonardo Delle Noci, Valentina Trenta, Giuseppe Buscemi con menzione particolare al contributo fotografico e di cronaca delle nostre inviate tra Ascoli e Acquasanta Tiziana Ovelli e Chiara Poli.

 

ORE 23:00- DA TWITTER- Video significativo dei Vigili del Fuoco che riprendono l’effetto della scossa di terremoto sul monte Redentore

ORE 22:00-SAN BENEDETTO– Il sito del Comune di San Benedetto comunica modelli e procedure per richiedere i sopralluoghi nelle case. Leggi qui.

ORE 21:20-ANCONA– Le dichiarazioni del governatore della Regione Luca Ceriscioli:  “La soluzione container è l’unico modo per poter in un tempo rapido mantenere soprattutto nelle aree interne quella presenza che i cittadini vedono come un pezzo della loro identità. Per me è un’ottima notizia”.

ORE 21:00-MACERATA- Per l’Ansa gli sfollati solo nella Provincia di Macerata sarebbero 21mila.

ORE 20:50-ANCONA- Parla l’assessore della Regione Marche Angelo Sciapichetti: ”Casette di legno entro 6 o 7 mesi e sistemazioni in alberghi da subito, ma si potrà usufruire anche dei container abitativi. Non sappiamo dove, quanti e in quali comuni, ma chi ne farà domanda potrà usufruire entro tre mesi dei container.”

ORE 20:10-ASCOLI PICENO- RESTA CHIUSA  LA CATTEDRALE-In considerazione della crisi sismica ancora in atto e in attesa dei dovuti sopralluoghi, la Cattedrale di Ascoli Piceno, per decisione del Vescovo, resta momentaneamente chiusa.Nei giorni feriali (ore 9 e 19) e festivi (ore 9-11—19) la S.Messa verrà celebrata nel Battistero.
Si comunica, inoltre, che a causa dell’ordinanza sindacale di chiusura del Cimitero Civico, la celebrazione prevista per il 2 novembre al Cimitero di Ascoli di Porta Solestà è sospesa.

ORE 20:00-SAN BENEDETTO- NESSUN DANNO, RIAPRONO LE SCUOLE DAL 2 NOVEMBRE– Questa mattina, quattro squadre di tecnici comunali sono state impegnate nelle verifiche delle condizioni degli immobili scolastici e degli impianti sportivi cittadini. Sono stati oggetto di ispezione anche le sedi universitarie, i due nidi d’Infanzia e il Centro Diurno per disabili CEDISER.
Dai sopralluoghi non sono emerse evidenze di modifiche dello stato preesistente delle strutture.Pertanto, da mercoledì 2 novembre le scuole potranno riaprire secondo i rispettivi calendari scolastici.

ORE 19:50-VAL VIBRATA- L’Unione dei Comuni, sentito il prefetto ha deliberato la chiusura di tutte le scuole, compresi gli asili nido, fino al 5 novembre.

ORE 19:20-ROMA- ANSA: “I containers arriveranno nelle prossime settimane, prima di Natale”. Lo dice il premier Matteo Renzi in conferenza stampa a Palazzo Chigi.

ORE 19:10-SAN BENEDETTO– Il Comune di San Benedetto chiude a scopo precauzionale, dopo la caduta di intonaco dalle pareti, la cattedrale Santa Maria della Marina e la chiesa di Porto D’Ascoli Ss. Annunziata. Presto verifiche approfondite.

ORE 18:45 ASCOLI – Sisma, sopralluoghi su scuole e strade della Provincia di Ascoli (CLICCA QUI)

ORE 18.35 – MUCCIA – Verrà allestito, a partire da domani, nella frazione Maddalena di Muccia, il presidio veterinario e sicurezza alimentare per le attività zootecniche del territorio marchigiano colpito dal sisma. Il punto logistico e operativo sarà allestito all’interno di una tensostruttura della protezione civile. Garantirà i controlli di sicurezza alimentare e sostegno agli operatori zootecnici, in particolare dell’Alto Maceratese.

ORE 18:31 – ABRUZZO – In tutta la regione sono 45 Comuni interessati dal sisma, con 2000 sfollati e danni al patrimonio pubblico, privato e religioso – dichiara il presidente della Regione Luciano D’Alfonso – non è stata fatta una quantificazione dei danni dopo le scosse di ieri, piuttosto degli elementi immobiliari danneggiati. Tra di essi anche luoghi molto importanti come il complesso dell’Annunziata a Sulmona e il centro storico di Civitella del Tronto”.

ORE 18:30 – “Siamo pronti a concedere la sospensione del pagamento dei mutui anche nei comuni colpiti dal terremoto di ieri mattina e ad applicare immediatamente tutte le misure decise dal consiglio dei ministri di oggi”. A dirlo è l’amministratore delegato di Nuova Banca Marche, Luciano Goffi.

ORE 18:14 – GROTTAMMARE -Circa 130 persone sono arrivate dall’entroterra Ascolano (Montegallo, Roccafluvione, Arquata, Castel di Lama e altri) e Maceratese. Il numero degli ospiti è destinato ad aumentare nei prossimi giorni. Inoltre anche alcune famiglie grottammaresi, a causa dell’inagibilità della propria abitazione, sono state mandate negli alberghi. Nella mattinata del 31 ottobre un nucleo familiare è stato trasferito dalla zona di San Giacomo al residence Le Terrazze.  Hotel Roma, Lo Squalo e Perla Preziosa aggiornano circa la situazione attuale: “Ospitiamo dalla serata del 30 ottobre persone provenienti da Montegallo, Arquata, Castel di Lama, Roccafluvione e altri paesini dell’Ascolano, ma anche coloro che arrivano dal Maceratese. Abbiamo dato immediatamente disponibilità ad accogliere questa gente sfortunata che ha perso tutto o quasi. Siamo in attesa di ricevere altre persone anche se al momento le informazioni risultano un pò confuse”.

i Comuni coinvolti dal sisma stanno facendo chiarezza con la Protezione Civile sul numero effettivo dei sfollati in arrivo a Grottammare; un dato che purtroppo pare aumentare. (Vedi articolo a riguardo)

ORE 18:10 – SAN BENEDETTO – Comunicazione importante dal Comune di San Benedetto del Tronto nel pomeriggio del 31 ottobre: “Questa mattina, quattro squadre di tecnici comunali sono state impegnate nelle verifiche delle condizioni degli immobili scolastici e degli impianti sportivi cittadini – dichiarano dal municipio sambenedettese – Dai sopralluoghi non sono emerse evidenze di modifiche dello stato preesistente delle strutture. Pertanto, da mercoledì 2 novembre le scuole potranno riaprire secondo i rispettivi calendari scolastici”

ORE 17:32 – TERAMANO – Sono oltre 3.000 le persone fuori casa nel Teramano a seguito della scossa di magnitudo 6.5 delle 7.40 di domenica 30 ottobre, con epicentro tra Norcia e Preci.
Diciotto i comuni interessati nella provincia più colpita in Abruzzo. Segue quella dell’Aquila con 14 comuni. Secondo il report aggiornato alle 13 dai comuni teramani, il numero (il provvisorio è 3.261) comprende sfollati e chi è in attesa delle verifiche di agibilità ma anche chi preferisce dormire fuori.
Solo 2.000 gli sfollati a Montorio al Vomano. La situazione più difficile nel Teramano è quella di Montorio al Vomano che segnala 2.000 sfollati, quattro le strutture di accoglienza (Palazzetto dello Sport e tre campi di calcetto coperti).
Segnalata dal comune anche un’emergenza sanitaria legata a 31 disabili e persone con handicap destinati a strutture alberghiere della costa. Nel territorio del capoluogo, Teramo, sette le strutture di accoglienza allestiste, di cui una dedicata al solo ricovero notturno e due attrezzate per il ricovero notturno.

ORE 17:30ASCOLI PICENO – Anche stasera dalle 18.30 saranno aperte  le 4 aree di ritrovo (all’aperto) e le 3 strutture sportive (coperte) per chi non volesse dormire in casa. Per chi vorrà dormire in macchina, potrà sostare nel piazzale cimitero Solesta’, piazzale stadio, parcheggio centro commerciale Al Battente e parcheggio centro commerciale Citta’ delle Stelle. Le palestre a disposizione sono Monticelli, Campo Squarcia e Forlini.

ORE 17:26 –  CUPRA MARITTIMA – Municipio in stato di sicurezza, dichiara il vicesindaco Roberto Lucidi: “Le condizioni della parte vecchia del palazzo municipale sono peggiorate dopo l’ultima scossa sismica, stiamo provvedendo a spostare alcuni uffici comunali nella zona più nuova dell’edificio.

ORE 17:00 – FOLIGNOTrenitalia informa che per un immediato supporto logistico di alloggio a persone e famiglie rimaste senza casa, è stato  messo a disposizione un treno con sette vetture cuccetta con complessivi  420 posti letto, che arriverà questa sera, lunedì 31, alla stazione di Foligno.

Il convoglio sarà costantemente alimentato di energia, in modo che le persone ospitate avranno sempre luce e riscaldamento.

L’iniziativa è stata attivata dal Gruppo FS Italiane, in accordo con la sala operativa della Protezione Civile Nazionale.

Va ricordato che già da venerdì 28 ottobre si trovano alla stazione di Fabriano altre cinque vetture cuccetta, che hanno reso disponibili 300 posti letto per le persone sfollate a causa della precedente scossa tellurica.

 

ORE 16:56-GROTTAMMARE- HOTEL LA PERLA PREZIOSA-La struttura ospita per ora 70 persone da Montegallo, Arquata e Roccafluvione, molte famiglie. Anche qui c’è da fare chiarezza su numero effettivo e soggiorno (la struttura è aperta tutto l’anno, deve gestire anche prenotazioni) ma ha fornito in ogni caso disponibilità immediata data l’emergenza.

ORE 16:54 – GROTTAMMARE- LA SITUAZIONE DEGLI SFOLLATI NEGLI HOTEL-Da ieri alcuni hotel grottammaresi ospitano persone dell’ascolano e maceratese, alcuni sono andati via in mattinata. Attendono altri sfollati ma c’e’ confusione tra i comuni coinvolti dal sisma e la protezione civile per il numero di essi.

HOTEL ROMA ha dato comunque disponibilità per accoglierli in attesa di più chiarezza sul numero effettivo. Colpiscono le storie dei terremotati: persone che descrivono il sisma come un ‘poltergeist’ e che hanno perso la casa sudata negli anni.

HOTEL LO SQUALO da ieri ospita persone da Arquata e alcune da Castel di Lama. Altri ospiti in arrivo, anche qui “confusione” per il numero effettivo. Anche per la durata del soggiorno ma naturalmente priorita’ all’emergenza.

 

ORE 16:30 – TRENITALIA conferma che già da ieri pomeriggio il traffico ferroviario è ripreso su tutte le linee del bacino Umbria, Marche e Abruzzo dopo la sospensione che ieri era stata decisa in via precauzionale, per la scossa tellurica che ha interessato l’area.

I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana hanno concluso tutti i controlli di verifica dell’integrità delle infrastrutture ferroviarie: binari, ponti, viadotti, gallerie e apparecchiature per la gestione e il controllo della circolazione ferroviaria e il distanziamento in sicurezza dei treni.

Per quanto riguarda le Marche, i controlli delle squadre tecniche di manutenzione ed emergenza hanno interessato le seguenti linee, operative e in completa funzionalità:

Ascoli – Porto d’Ascoli

Civitanova Marche – Macerata – Albacina

Falconara – Jesi – Fabriano –Orte

Durante la sospensione del traffico ferroviario, su queste linee erano stati attivati servizi sostitutivi con pullman.

 

ORE 16:25 – ROMA – Neanche la Capitale è risparmiata dagli effetti del sisma. Crepe anche al Ponte Mazzini, segnalate da numerosi cittadini, si teme possano essere danni dovuti al terremoto. Al lavoro i tecnici in queste ore. Molte scuole sono chiuse e altre sono state ispezionate.

ORE 15:58 – DALLE ZONE DEL SISMA- Protezione Civile: “Per fare fronte a tutte le necessità, su richiesta delle regioni coinvolte sono stati installati due Posti medici avanzati (PMA) in Umbria, uno a Norcia e uno a Cascia, e uno a Tolentino nelle Marche.

A questi si aggiungono quattro camper-farmacia: tre nelle Marche, a Camerino, Pieve Torina e Visso e uno in Umbria, a Norcia.Sulla costa, è invece in via di installazione, a Porto Sant’Elpidio, un Posto di assistenza socio-sanitaria (PASS), una struttura poliambulatoriale analoga a quelle già attive ad Amatrice e sulla Salaria a seguito del terremoto del 24 agosto.

 

ORE 15:50- ACQUAVIVA PICENA- Aggiornamenti sopralluoghi: a seguito delle verifiche effettuate anche nella giornata odierna, verrà chiusa in via precauzionale per approfondire le verifiche anche la sala consiliare e la strada di accesso di via Fonte Palanca.Le chiese di San Nicolò, San Lorenzo e San Rocco resteranno chiuse in via precauzionale al fine di consentire ulteriori controlli.

ORE 15:48- ASCOLI PICENO– Il campanile della Chiesa di Sant’Angelo Magno rischia di crollare VIDEO

Servizio di Chiara Poli, inviata da Ascoli

ORE 15:40- GROTTAMMARE– Il Centro Commerciale l’Orologio resta chiuso assieme alla Chiesa di San Pio V. 

E’ aumentato il numero delle famiglie grottammaresi che è stato necessario ospitare altrove per le precarie condizioni statiche delle loro abitazioni. Questa mattina infatti una famiglia residente in zona S. Giacomo è stata evacuata e troverà ospitalità presso il Residence Le Terrazze.

ORE 15:35- MONTEPRANDONE- A Monteprandone i cittadini continuano a segnalare la torbidità dell’acqua corrente.

ORE 15:31- SKY TG 24- Finora 30mila sfollati ma se ne temono 100mila nei territori fra Umbria e Marche.

ORE 15:25- MONSAMPOLO– Il Sindaco Pierluigi Caioni: “Ringrazio i Volontari di FEDERVOL PROTEZIONE CIVILE DI MONSAMPOLO DEL TRONTO che stanno dando un grosso aiuto ai nostri Concittadini.”

ORE 15:19- ASCOLI PICENO- l’Amministrazione comunale dispone la chiusura a titolo precauzionale per accertamenti, verifiche e valutazioni interventi da porre in essere per la messa in sicurezza dei 14 cimiteri comunali dal 31 ottobre 2016 al 7 novembre 2016 compreso, assicurando comunque la presenza del gestore cooperativa “Il Capitano” per lo svolgimento dei funerali e delle programmate operazioni cimiteriali, fermo restando che in caso di perdurare di detta situazione verranno adottati ulteriori provvedimenti in merito.

ORE 15:00 – ASCOLI PICENO – In tema di prevenzione e sicurezza nelle scuole della città il Comitato Scuole Sicure di Ascoli Piceno ha diramato la seguente nota: «Visti gli episodi sismici di rilevante entità degli ultimi giorni che hanno interessato il centro Italia, chiediamo di poter dare continuità didattica in sicurezza con l’uso di tendopoli e/o costruzioni di supporto antisismiche che consentano una serena attività didattica. Il ritorno alla quotidianità è il primo obiettivo da perseguire. Bambini e ragazzi hanno bisogno di vivere nel modo più tranquillo possibile in questo periodo traumatico e drammatico. Confidiamo in un tempestivo intervento», conclude la nota.

ORE 15:00 – OFFIDA – Stamane l’impresa incaricata sta rimuovendo, per evidenti motivi precauzionali, tutti gli elementi di potenziale pericolosità all’interno del Cimitero al fine di renderlo accessibile, in condizioni di sicurezza, già domani, festa di Ognissanti.

ORE 14:40 – ASCOLI PICENO – Le scuole della città rimarranno chiuse almeno fino a Sabato. Lo ha reso noto il sindaco Castelli in un collegamento con La7

ORE 14:35 – SAN BENEDETTO – Il presidente dell’Itb Giuseppe Ricci lancia l’appello ai baneari: “Urgono lettini da mare per gli sfollati che verranno ritirati dalla Protezione Civile. Chiamare al numero 3471710210 Ricci

ORE 14:25 – MARTINSICURO –  Sul territorio comunale sono presenti e accolti al momento circa 600 terremotati, che si appoggiano ai campeggi e alle altre strutture ricettive.

ORE 14:20 – PORTO SANT’ELPIDIO – Dall’Hub della PROTEZIONE CIVILE il responsabile del Centro rende noto: «Dal 26 al 29 accolte circa 400 persone al giorno, da ieri c’è stato un picco che ci ha portato 1800 persone in poche ore. Abbiamo registrato finora 3.500 persone. Nel tardo pomeriggio sono in arrivo altre centinaia di persone».

ORE 14:10 – Secondo gli OSSERVATORI SISMOLOGICI., sarebbero oltre 700 le scosse che da ieri si sono susseguite sul territorio umbro-marchigiano.

ORE 14:00 – MONTEPRANDONE – La sede del Municipio è stata dichiarata inagibile. Il sindaco Stefano Stracci: «Sposteremo gli uffici del Sindaco, del Segretario Comunale, la Segreteria Generale, il protocollo e la Ragioneria nella delegazione in Via delle Magnolie a Centobuchi. I numeri di telefono restano gli stessi».

ORE 13:00 – ROTELLA – Qui la situazione è seria: ci sono stati crolli di tetti e mura in alcuni edifici, fortemente danneggiate anche le due chiese. Nella Chiesa di Santa Viviana, in particolare, ha ceduto parte della volta affrescata. Gli accertamenti sono ancora in corso, per il momento gran parte del centro storico è stato dichiarato inagibile ed è interdetto al transito di auto e pedoni, causa rischio crolli sulle strade. Rimangono aperte solo le due vie principali. I residenti del centro sono stati sfollati, alcuni risiedono presso parenti, altri i punti di accoglienza allestiti dal Comune. Gli edifici messi a disposizione, previo controllo, sono Palazzo Magnalbò e la palestra comunale

ORE 12:50 – ARQUATA DEL TRONTOGli sfollati da qui sono negli alberghi di San Benedetto e Villarosa. Per il recupero degli oggetti e sostentamento animali sono accompagnate dai Vigili del Fuoco. Le case tra Piedilama e Pretare sono assolutamente pericolanti e la percorrenza è rischiosa

ORE 12:29 – COSTA ADRIATICA – Attese in giornata altre persone provenienti dalle zone coinvolte dal sisma che soggiorneranno nelle strutture ricettive.

ORE 12:27 – RIPATRANSONE – Qui sono ancora chiuse tutte le scuole ed i luoghi di culto in attesa di accertamenti che si stanno svolgendo in queste ore

ORE 12:20 – PROTEZIONE CIVILE – «La notte passata è stata complicata. E’ urgente ripristinare l’intera viabilità. Complesso fornire soccorsi. Allestite anche tensostrutture. Lavori in corso, ogni minuto è passo avanti».

ORE 11:58 – Provincia di TERAMO – Convocati i dirigenti scolastici per le ore 13.30 in Provincia; alle ore 15, invece, si svolgerà una riunione con i Comuni colpiti dal sisma e che in queste ore sono alle prese con le emergenze sociali e sanitarie conseguenti alla scossa di ieri mattina. Intanto proseguono le verifiche sul patrimonio pubblico provinciale: inagibile la sede di via Taraschi a Teramo, dove è ospitato il Centro per l’Impiego; avvertito il Comune per le associazioni che utilizzano la palestra della Casa dello Sport.

Inagibile anche un lato del palazzo di Largo san Matteo dove erano state rilevate lesioni già dopo il 24 agosto: la Polizia provinciale e la ragioneria dell’Ufficio scolastico si sposteranno sul lato agibile. Gli ingegneri stanno proseguendo le verifiche nelle scuole di tutta la Provincia. E’ stata appena comunicato che anche nel comune di Torano è stata evacuata la sede del Municipio.

ORE 11.47 -ASCOLI- si ricorda che il cimitero di Borgo Solestà e tutti i cimiteri rurali, a seguito dell’evento sismico del 30 ottobre, resteranno chiusi alla cittadinanza fino a nuova comunicazione, per ragioni puramente precauzionali, così da consentire le opportune verifiche da parte dei tecnici comunali

ORE 11.46- IL GOVERNATORE CERISCIOLI DA ANCONA- “Le persone assistite in maniera diretta durante la notte sono circa 15 mila e ovviamente rappresentano una piccolissima parte delle persone che hanno dormito fuori casa, fra chi ha scelto una destinazione autonoma e i tantissimi che hanno dormito in auto, compresi i centri importanti come Ascoli, Macerata e Fermo”. Lo ha detto questa mattina il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli

ORE 11.45- MONTEGALLO- ”Ora la cosa più difficile, ed è per questo che ci dovete dare una mano, è far capire ai nostri cittadini che non è la fine, che possiamo ripartire. I media e le istituzioni ci devono stare vicini, l’aiuto degli psicologi è fondamentale, perchè vedo la gente soffrire, lo vedo negli sguardi. Ma voi media ci dovete aiutare. Stanotte siamo andati in oltre 120 a dormire a Grottammare, sulla costa, ma che ti vuoi dormire.

La gente ha accettato subito di andarsene perchè la paura è stata tanta non sai mai che succede, hai sempre l’idea in testa di quello che può accadere, ma adesso il difficile è tenere tutti uniti, fare comunità, ecco perchè è importante l’aiuto della stampa” queste le parole del sindaco di Montegallo, Sergio Fabiani, riportate dall’Ansa.

ORE 11.37 -ASCOLI-  il Consiglio degli Anziani della Quintana di Ascoli Piceno comunica che le elezioni a Console del Sestiere della Piazzarola, programmate per domenica 6 novembre 2016 presso la sede del Sestiere nel chiostro di Sant’Angelo Magno , sono state rimandate a data da destinarsi. Quanto sopra per consentire i dovuti e necessari controlli per la sicurezza e tranquillità di tutti

ORE 11.24- ARQUATA-Riapre la Salaria vicino al Comune di Arquata del Tronto. Possono accedere auto e mezzi di soccorso ma non i camion

ORE 11.23- RIPATRANSONE- A seguito dei recenti eventi sismici che hanno interessato il territorio comunale, lo spettacolo “Concertango – Recordando a Piazzolla” del maestro Roberto Pomili previsto sabato 5 Novembre presso il Teatro Mercantini di Ripatransone è rinviato a data da destinarsi, in attesa delle necessarie verifiche presso il Teatro

Ore 11.43- CUPRA MARITTIMA- L’amministrazione comunale di Cupra dichiara: “Proseguono sopralluoghi nelle strutture pubbliche e private. Naturalmente anche nelle scuole del territorio”

ORE 11.17- GROTTAMMARE- Dal Comune di Grottammare fanno sapere: “Vanno messe in sicurezza Chiesa San Pio V e centro commerciale L’Orologio”.

ORE 11.15- RAVENNA-La solidarietà non ha confini. La proprietaria dell’albergo Alma, situato a Riolo Terme in provincia di Ravenna, ha contattato la redazione di Riviera Oggi per dare la disponibilità ad accogliere sfollati della Provincia di Ascoli e Macerata. “Molte persone di quelle zone marchigiane vengono da noi, siamo molto legati a loro. Vogliamo aiutarli in qualsiasi modo. Mettiamo a disposizione stanze del nostro albergo ma anche appartamenti della struttura”. Il numero da contattare è  054671097

ORE 10.46-ASCOLI PICENO- Transennate, per precauzione, alcune aree di Ascoli Piceno tra cui via d’Argillano e la zona di San Francesco

ORE 10.45 -NORCIA-“Ridateci le tende” è la richiesta che arriva dalla maggior parte degli abitanti di Norcia che hanno scelto di rimanere in città pur avendo le case inagibili o non potendo rientrare per la paura o perché all’interno della zona rossa. La Regione Umbria assicura comunque che già nelle prossime ore saranno montate tensostrutture collettive dove la comunità potrà passare la notte

ORE 10.35 -ASCOLI PICENO-Ad Ascoli Piceno, in piazza Arringo, presidio dei Vigili del Fuoco per indicazioni di eventuali danni

ORE 9.40- Vasco Errani e Fabrizio Curcio in elicottero sulle aree coinvolte dal sisma per la ricognizione

ORE 9.35 -ASCOLI PICENO-Un uomo che si trova nella palestra di Monticelli, abitante di un palazzo che risiede al grattacielo pericolante nel quartiere Monticelli ha affermato a Piceno Oggi che quattro famiglie dell’edificio si sono trasferite nella palestra dopo il sisma del 30 ottobre. Il grattacielo pericolante pare non aver subito troppi danni dalla scossa.

ORE 9.23 – ASCOLI PICENO-Alcune crepe segnalate in un palazzo di Monticelli. Vigili del Fuoco compiono accertamenti

ORE 9.20 -RIVIERA ADRIATICA-Giungono segnalazioni da alcune abitazioni della Riviera del fenomeno calcareo nelle tubature dell’acqua a causa delle scosse come affermato dalla Ciip

ORE 9.15-GROTTAMMARE- Centro Commerciale l’Orologio di Grottammare chiuso anche nella mattina del 31 ottobre. Sono in corso gli accertamenti alla struttura

ORE 9.13 -ASCOLI PICENO-Ad Ascoli al centro commerciale Oasi tante persone in auto che hanno passato la notte nei parcheggi della struttura. Presenti anche bagni pubblici

ORE 9.10- DALLE ZONE DEL SISMA- Sono oltre quindicimila le persone assistite dal Servizio Nazionale della Protezione Civile in seguito al forte terremoto che ieri mattina ha colpito il territorio dell’Italia centrale già interessato dalle scosse del 24 agosto e del 26 ottobre. In particolare, oltre cinquecento sono accolte in strutture alberghiere nell’area del Trasimeno e oltre quattromila negli alberghi sulla costa adriatica. A queste si aggiungono circa tremila persone nella Regione Umbria e altre settemila nella regione Marche ospitate in strutture di prima accoglienza allestite a livello comunale. I dati, riferiti alla tarda serata di ieri, sono da considerarsi in continua evoluzione e aggiornamento. Rimangono, inoltre, tra gli assistiti a seguito del sisma del 24 agosto, oltre 1100 cittadini ospitati in alberghi e strutture ricettive – prevalentemente a San Benedetto del Tronto –, presso le abitazioni del progetto C.A.S.E. nel comune dell’Aquila o nei MAP localizzati in altri comuni d’Abruzzo nonché nelle residenze sanitarie assistenziali nelle quattro regioni colpite dal sisma

ORE 8.35- UMBRIA- Due scosse di terremoto, magnitudo 4.2, sono avvenute alle 4.27 e 8.05 del 31 ottobre. Epicentro in Umbria.

ORE 8.15 -ASCOLI PICENO-L’appello del sindaco di Ascoli Guido Castelli raccolto da Piceno Oggi nella serata del 30 ottobre

ORE 8.10-NORCIA- Atteso il presidente del Consiglio Matteo Renzi in mattinata a Norcia. Nella giornata del 31 ottobre è stato convocato il consiglio dei ministri straordinario

ORE 8.05 -COSTA ADRIATICA-Oltre 3 mila sfollati registrati negli hotel della costa Adriatica. Sospese navette da Sant’Elpidio per centri terremotati

ORE 8- DALLE ZONE DEL SISMA- Sole e freddo su zone  terremotate, temperature in calo

ORE 1.40 SITUAZIONE SFOLLATI- 15 sfollati da Arquata ma anche Monteprandone e zone limitrofe sono stati ospitati al palazzetto di Monteprandone.
Piergallini: “Lo squalo, la Perla preziosa e hotel Roma hanno accolto alcuni sfollati: 100 persone circa, Montegallo principalmente. La Protezione civile di Grottammare li sta supportando. A San Benedetto diversi i camper parcheggiati in zona molo sud e in giro per la città

ORE 01.38 ARQUATA DEL TRONTO-Franchi, vicesindaco, ” È durissima. Ora pensiamo alla nostra gente e alla loro incolumità. Poi penseremo al resto”.

ORE 00.15 RISULTATI SOPRALLUOGHI A MONTEPRANDONE-Finora tutte le scuole di Monteprandone e Centobuchi sono agibili. L’elementare e la media Carlo Allegretti, in particolare, hanno resistito benissimo. Solo l’istituto dell’infanzia gestito dalle suore è ancora in corso di accertamenti.

ORE 00.10 LA SIMULAZIONE PRELIMINARE DELLA SCOSSA DI 6.5 Video

ORE 23:40 VIDEO SHOCK VALNERINA COME DOPO UN BOMBARDAMENTO di Enrico  Tiberio (Video 1) clicca qui (Video 2) clicca qui

ORE 23:40 – MONTEPRANDONE

Le impressioni di una donna che ha deciso di andare fuori casa per la notte «Sono arrivata qui dalla Romania, non avevo mai sentito un terremoto prima d’ora. Stamattina mi sono spaventata a morte, e ho troppa paura per dormire a casa. Così ho preso mio figlio e sono venuta qui; la mia casa è a Centobuchi, però anche là si sono formate alcune crepe, nei prossimi giorni farò venire un ingegnere a controllare i danni». Accanto a lei c’è una famiglia che dorme. Mi informa che vengono da una delle località dell’epicentro, e che hanno perso la casa.

 

ORE 23:30 – SAN SEVERINO MARCHE

Qui è inagibile quasi la metà delle case di civile abitazione. Gli sfollati cominciano la notte in 5 punti di accoglienza, in primo luogo al Palazzetto dello Sport. Intanto il sindaco Rosa Piermattei lancia un appello al commissario straorinario Vasco Errani: «Aiutateci, non abbiamo né personale né mezzi!».

 

ORE 22:42 OFFIDA

#OFFIDAEMERGENZATERREMOTO
AVVISO N. 9 del 30/10/2016
Le 16 famiglie offidane evacuate, con soluzioni autonome o con collocazioni come da piano di disponibilità ricettiva predisposto dal COC, sono state tutte collocate in strutture agibili.

 

ORE 21:40 ASCOLI PICENO

Ci si prepara per la notte fuori casa nei luoghi indicati dal Comune: nelle immagini il Palazzetto di Monticelli, Però mancano lettini e brandine. I lettori che possono farne avere qualcuna, le portino in uno di questi posti: Palestra do Monticelli di via degli Iris (davanti Ospedale); Palestra Campo Squarcia; Palestra Forlini di via De Dominicis (campo scuola).

ORE 21:21 – ARQUATA DEL TRONTO

Da Arquata sono andati via tutti, trasferiti con i pullman negli alberghi di San Benedetto. Anche Borgo di Arquata ormai è considerato in Zona Rossa, con pericoli frane e altri crolli di case.

ORE 19.15 ASCOLI

Il comune di Ascoli ha predisposto  4 aree di ritrovo (all’aperto) e 3 strutture sportive (coperte) verso le quali possono indirizzarsi coloro che questa sera ritengono di non dormire nella propria abitazione.
Le aree di ritrovo, (per coloro che intendono dormire in macchina) sono:
– Piazzale del civico cimitero di Solestà (con bagni chimici e presidio Crocerossa);
– Piazzale dello stadio (con bagni chimici);
– Parcheggio Centro Commerciale “Al Battente” (con bagni chimici);
– Parcheggio Centro Commerciale “Città delle Stelle” (con bagni chimici).
Le predette aree saranno sottoposte a vigilanza da parte di Vigili Urbanj, addetti del Comune e Volontari.
Le strutture sportive coperte (preferenzialmente destinate a coloro che non hanno la possibilità di dormire in auto), sono :
– Palestra Monticelli di via degli Iris (davanti Ospedale);
– Palestra campo Squarcia;
– Palestra Forlini di via De Dominicis (campo scuola).
Si suggerisce a coloro che volessero usufruire di queste aree di ritrovo di portare con sè lo stretto indispensabile per i propri fabbisogni (coperte, generi alimentari ecc) e comunque di non dimenticare, ove necessari, farmaci e effetti personali.
Si rammenta altresì che disabili, malati, anziani e persone non autosufficienti, così come i soggetti evacuati dalle proprie abitazioni per effetto delle scosse odierne possono contattare i servizi sociali del comune per le necessarie informazioni ai seguenti numeri: 3293603850, 3293603851.

ORE 19.10 OFFIDA
Per tutti i cittadini che non se la sentono di passare la notte nella propria abitazione, è disponibile il palazzetto dello sport “Vannicola” allestito con lettini da spiaggia che siamo riusciti a reperire in sostituzione delle brande, al momento non disponibili.

Nel frattempo stiamo procedendo a redigere le ordinanze di evacuazione per le famiglie che hanno subìto danni alla propria abitazione dichiarata inagibile a fronte del sopralluogo effettuato dai tecnici incaricati.

Ore 19 AVVISO MONTEPRANDONE
Per chi non intendesse dormire in casa, questa notte rimarrà aperto il Palazzetto dello Sport di Colle Gioioso. Si consiglia di portare con se cuscini, lenzuola, coperte o sacchi a pelo.
Chi volesse dormire in auto può farlo anche nel piazzale del Palazzetto dove saranno garantite sorveglianza e possibilità di utilizzo dei servizi igienici.

In caso di scossa violenta vi ricordo di raggiungere le zone di ammassamento e soccorso individuate dal Piano Comunale di Protezione Civile che sono le seguenti:

Per il Centro Storico:
Campetto in zona Boschetto di Via Leopardi

Per Centobuchi:
Parcheggio Campi Sportivi in Largo XXI Maggio
Piazza dell’Unità
Parco della Conoscenza in via dei Tigli
Piazza Regina Pacis

Saranno attivi i seguenti numeri di Protezione Civile:
0735 705116 Sala Centro Operativo Comunale
320 5699725 Sindaco (anche sms e whatsapp)

 

ORE 19 Sono 25 mila le persone sfollati nelle Marche. Lo comunica ufficialmente la Protezione dei civile

ORE 19 Tremila sfollati soltanto nel comune di Norcia secondo l’amministrazione comunale

18.30 Secondo il giornale online “Cronache Maceratesi” il comune di Tolentino sta invitando la popolazione a non dormire nelle proprie abitazioni e sta invitando i cittadini a dormire nelle brandine che a centinaia sono in corso di sistemazione.

18.00 Un pezzo di storia centenaria che se ne va. Le Marche meridionali piangono. Qui la devastazione del terremoto a Santa Vittoria in Matentano,  nel Fermano https://www.facebook.com/Santa-Vittoria-in-Matenano-107478542356/

17.57: Il presidente regionale Ceriscioli dichiara: “Nelle Marche, 100mila persone a rischio sfollamento”

17.53: La chiesa di Santa Maria delle Grazie di Monteprandone ha subito un leggero danno ad una delle arcate, delle crepe piuttosto lunghe si sono aperte nel muro circostante. I lavori di restauro erano chiusi proprio da ieri 29 ottobre. Si erano concentrati sul rinforzo delle mura e sul restauro del tetto, precedentemente costituito da travi di legno deteriorate. Da un primo sopralluogo però si riscontrano danni non preoccupanti. Negli ultimi 10 anni è stata effettuata una serie di lavori per adeguare l’edificio alle norme antisismiche; in particolare le fondamenta in cemento armato, profonde circa 14 metri, dovrebbero essere in grado di scongiurare rovinosi crolli. Secondo la stima dell’ingegnere comunale, per riparare il tutto occorrerà circa una settimana di lavoro. Nel frattempo, in via precauzionale, tutte le funzioni verranno celebrate nel chiostro.

17.22: Il comune di Ascoli ha predisposto, partire dalle 18.30 di oggi, 4 aree di ritrovo all’aperto e 3 strutture sportive coperte alle quali possono indirizzarsi coloro che questa sera ritengono di non dormire nella propria abitazione.
Per coloro che intendono dormire in macchina, le aree di ritrovo all’aperto sono: Piazzale del civico cimitero di Solestà (con bagni chimici e presidio Crocerossa); piazzale dello stadio (con bagni chimici);
parcheggio Centro Commerciale “Al Battente” (con bagni chimici); parcheggio Centro Commerciale “Città delle Stelle” (con bagni chimici). Le predette aree saranno sottoposte a vigilanza da parte di Vigili Urbani, addetti del Comune e Volontari.
Le strutture sportive coperte, preferenzialmente destinate a coloro che non hanno la possibilità di dormire in auto, sono; Palestra Monticelli di via degli Iris (davanti Ospedale); palestra campo Squarcia; palestra Forlini di via De Dominicis (campo scuola). Si suggerisce a coloro che volessero usufruire di queste aree di ritrovo di portare con sè lo stretto indispensabile per i fabbisogni primari (coperte, generi alimentari ecc) e di non dimenticare, ove necessario, farmaci e effetti personali. Si rammenta altresì che disabili, malati, anziani e persone non autosufficienti, così come i soggetti evacuati dalle proprie abitazioni per via delle scosse odierne possono contattare i servizi sociali del comune per le necessarie informazioni ai seguenti numeri: 3293603850, 3293603851.

16.18 MONSAMPOLO-I cittadini di Monsampolo del Tronto che lo desiderano possono confluire nel Palazzetto dello Sport di via GB Corradi per trascorrere la notte. Anche il bar del bocciodromo in piazza Bachelet resterà aperto durante la notte e la FEDERVOL Protezione Civile è mobilitata e presente sul territorio.

16.17 MONSAMPOLO-Comunicazione ufficiale, Dal sopralluogo effettuato le scuole del Comune di Monsampolo del Tronto sembrano non aver subito alcun danno strutturale.Solo a scopo precauzionale nella giornata di domani resteranno chiuse per consentire ulteriori sopralluoghi.

16.05  MONTEPRANDONE A seguito dell’ultimo sisma verificatosi questa mattina informiamo che gli impianti non hanno subito danni e che fenomeni di eventuale torbidita’ non compromettono la qualita’ dell’acqua che risulta POTABILE. CIIP spa sta proseguendo l’attivita’ di costante monitoraggio e controllo delle reti e degli impianti. Raccomandiamo di diffidare di eventuali notizie e informazioni provenienti da soggetti non ufficiali.

16.00 MONTEPRANDONE- Causa importante rottura adduttrice, mancherà acqua potabile nella parte alta del territorio comunale.

 

15.35 FOTO Anche la Chiesa di San Pio V a Grottammare presenta delle crepe. Sono tante le ferite al patrimonio storico che porta in eredità questo giorno.

15.30 Evacuazioni in molti paesi dell’entroterra tra cui Santa Vittoria in Matenano. Sono tanti gli ascolani che sarebbero venuti a San Benedetto.

15.25 Stefano Stracci Sindaco di MONTEPRANDONE: “Molti cittadini di Centobuchi mi chiamano preoccupati dalla notizia dell’apertura della Diga di Talvacchia.È una notizia falsa. Non è prevista apertura straordinaria. Vi prego di non diffondere notizie se non verificate con le autorità competenti.”

15.24 ASCOLI PICENO – È stato allestito presso la Casa Albergo Ferrucci un punto di accoglienza per anziani con possibilità di avere il trasporto da casa per i non deambulanti. Saranno presenti operatori del progetto Attivamente per fornire assistenza e generi di conforto. Il centro resterà aperto per l’intera giornata. Per info rivolgersi al numero 0736 2442505.
15.22 ASCOLI PICENO- COMUNICAZIONE – CHIUSURA CIMITERI CIVICI
Si rende noto che il cimitero di Borgo Solestà e tutti i cimiteri rurali, a seguito dell’evento tellurico di questa mattina, resteranno chiusi alla cittadinanza, per ragioni puramente precauzionali, così da consentire le opportune verifiche da parte dei tecnici comunali.

15.00 GROTTAMMARE -Si invitano i cittadini che volessero segnalare situazioni anomale nei loro edifici a contattare i seguenti numeri: 329-5396305 (gruppo comunale di Protezione civile) e 0735-736375 (Polizia municipale).

14.55  GROTTAMMARE- Il Sindaco Enrico Piergallini dispone l’annullamento del mercato di zona Ischia di domani e segnala necessità di verifiche in 20 strutture sul territorio comunale che saranno ispezionate nelle prossime ore.

14.10 Bollettino protezione civile conferma “20 feriti, nessuno in pericolo di vita” . Castelluccio praticamente rasa al suolo, abitanti evacuati con gli elicotteri.

13.50 In località Tallacano, frazione di Acquasanta Terme si sono verificati crolli ad alcune abitazioni. La forte scossa ha provocato il distacco di una parte della parete rocciosa della montagna in cui è sita Tallacano. La particolare conformazione geologica di stratificazioni di roccia arenaria ha ceduto in seguito alla continua sollecitudine della scossa tellurica. Gli abitanti di Acquasanta Terme raccontano di aver visto”sprofondare la montagna” e la forte impressione che il pavimento delle loro case fosse instabile come quando si cammina sulle sabbie mobili. Sensazioni visive e uditive che hanno amplificato la paura e il frustrante senso di impotenza.(Tiziana Ovelli inviata ad Acquasanta)

13.25 Arquata evacuata, Michele Franchi, vicesindaco Arquata: ” Arquata è rasa al suolo, la situazione è drammatica. Anche le abitazioni delle altre frazioni sono crollate.”

13.24 Inibita la strada Salaria in direzione Roma. Un posto di blocco impedisce il transito a partire da Mozzano.

13.10 Aggiornamento da Monteprandone: Riparata la tubatura, ora l’acqua è di nuovo disponibile nel paese alto.

13.05 Ancora qualche scossa in questo momento, ad Acquasanta crolli del ricreatorio Parrocchiale.

12.48 Il premier Matteo Renzi parla in diretta: “La presenza dello stato dev’essere forte e significativa. Ricostruiremo questi territori meravigliosi” uno dei passi del suo discorso. Previsto per domani un consiglio dei Ministri straordinario.

12.35 La situazione di Acquasanta FOTO dalla nostra inviata Tiziana Ovelli.

12.17 Fabrizio Curcio: “Non ci sono morti mentre i feriti sono 20”

12.16 Qualche residente di Centobuchi rivela che in alcune zone l’acqua corrente sarebbe torbida, mentre in altre zone, a Monteprandone soprattutto, mancherebbe del tutto.

12.15 Danni anche al cimitero di Offida FOTO

12.10 A Matera, frazione di Acquasanta terme, è crolli nella chiesa

12.00 MONTEPRANDONE: Bilancio delle chiese: Chiesa di San Nicolò e della Madonna della Speranza rimarranno chiuse. Annullata la celebrazione eucaristica del 1 novembre, probabilmente ci sarà un’altra messa in piazza. Il museo dei codici di San Giacomo e la sala San Leonardo non hanno subito danni visibili.

11.59 Ispezioni al Palazzo Municipale di Cupra, Coc attivo da stamane.

11.53 A Roma chiude la Basilica di San Paolo per crepe nelle mura.

11.50 Ad Ascoli si registrano danni all’interno di palazzi in Corso Mazzini, molte aree sono state delimitate. FOTO

11.45 Bilancio di Monteprandone: Chiesa di San Nicolò di Bari chiusa, sede comunale chiusa, chiesa del convento chiusa, causa crepe e calcinacci caduti. Due edifici da evacuare, tubatura idrica rotta, il paese alto è rimasto senza acqua. Si stanno facendo accertamenti in tutte le scuole della zona, non è pervenuta notizia di danno. Ancora da confermare l’inagibilità dell’asilo nido di Centobuchi

11.37 GROTTAMMARE A seguito dell’evento sismico di questa mattina il Sindaco di Grottammare ha convocato il COC (Centro Operativo Comunale) della Protezione civile per coordinare l’emergenza. Tramite ordinanza sindacale è stata disposta la chiusura immediata degli edifici di culto e degli edifici pubblici quali musei e biblioteca. infine è stata disposta la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private, per domani 31 ottobre. Per eventuali segnalazioni, oltre ai consueti numeri di emergenza, è possibile contattare i seguenti numeri: 3295396305 (gruppo comunale di Protezione civile) e 0735736375 (Polizia municipale).

11.35 Si registra qualche danno anche a Teramo, nel centro storico. Foto nella gallery dell’interno di una casa.

11.25 Grossa frana nella strada che collega Visso a Preci, strada di collegamento fra Marche e Umbria.

11.23: Il comune di Cupra ha disposto la chiusura delle scuole per il 31 ottobre, e la chiusura di tutti i luoghi di culto nella la giornata del 30 ottobre, compresa l’area storica del cimitero.

11.15 A Monteprandone “manca l’acqua, a causa del sisma deve essersi rotto un tubo, si sta cercando di localizzare il danno” dice un residente.

11.10 Da Appignano l’ex Sindaco parla di “danni ingenti, difficili da quantificare”

10.50 CIIP: Nessun danno agli impianti.

10.45 Ad Ascoli la strada si è aperta, evidenti crepe nel manto. FOTO

10.35 Alcuni feriti in Umbria sono stati portati all’ospedale di Foligno per trauma toracico.

10.32- Anche Il Centro Commerciale Porto Grande di Porto D’Ascoli è chiuso per accertamenti.

10.30 A Grottammare, in accordo col prefetto chiuse tutte le strutture aperte al pubblico, il centro commerciale l’Orologio è stato tra i primi a chiudere.

10.22 Danni anche a Grottammare, alcuni portici e aree sono state delimitate e transennate.

10.10 Fabrizio Curcio lancia l’appello: “Non muovetevi in auto, non intasate le strade”

10.05 Scuole chiuse anche ad Acquaviva Picena domani e Coc attivo.

10.00 Protezione Civile: “La più forte scossa di terremoto registrata in Italia dal 1980.”

10.00 Arrivano segnalazioni di crepe e calcinacci anche in qualche abitazione di San Benedetto.

9.58 A Grottammare tutte le chiese sono chiuse, messe all’aperto.

9.53 A Pretare di Arquata tutto distrutto, le macerie dai monti hanno invaso la strada.

9.51 Fabrizio Curcio (Capo della Protezione Civile): “Sappiamo che ci sono feriti, MA AL MOMENTO NON RISULTANO VITTIME”.

9.44 A Grottammare è stato chiuso il Centro Commerciale l’Orologio.

9.41: Attivo il Centro Operativo Comunale a San Benedetto, controlli in atto sul territorio, finora caduto solo qualche calcinaccio in Viale De Gasperi. Domani resteranno chiuse l’ITC Capriotti e il Liceo Scientifico Rosetti

9.26: Si riscontrano cadute di calcinacci al palazzo comunale di Monteprandone e ad Offida

9.13: Il sindaco di Tolentino annuncia che ci sono crolli nel centro storico della città

9.11: Monteprandone: il Centro Storico è interdetto al traffico, le auto devono essere portate fuori dalla cinta muraria. La Chiesa di San Nicolò è momentaneamente inagibile, la Cerimonia di riapertura del Santuario S. Giacomo è annullata.

9.08: Da Norcia riportano il crollo della cattedrale.

9.02: Mario Tozzi, geologo Cnr dichiara: “In questo sisma sono prevedibili nuove repliche”.

8.53: Secondo le valutazioni dei tecnici, la scossa è sorta dalla faglia creatasi lo scorso 24 agosto.

8.51: vicesindaco di Arquata: “I danni rinvenuti sono maggiori di quelli del 24 agosto. Qui stiamo vivendo un nuovo dramma”.

8.42: Il capo della protezione civile dichiara: “Ci sono crolli ovunque”.

8.35: Crolli rinvenuti presso Porta Cartara ad ascoli

8.34: Magnitudo rettificata a 6.5

8.28: Registrate altre due scosse di 4.1 e 4.2

8.25: Aleandro Petrucci: “Sto tremando, non ce la facciamo più! La gente è per le strade, il centro di arquata e Trisungo non esistono più, fortunatamente erano zone evacuate”.

8.20 – I sindaci di Ussita e Arquata dichiarano: “Qui è crollato tutto!”.

7.55 – La terra trema per l’ennesima volta, alle 7.41 avvertita una scossa anche a Roma. L’Ingv ha registrato una magnitudo di 6.1, ad una profondità di 10 chilometri. L’epicentro sembra essere tra Norcia, Castelsantangelo sul Nera e Preci.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 22.298 volte, 3 oggi)