SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nel pomeriggio del 29 ottobre si è svolto un convegno sulle nuove frontiere dell’ictus, organizzato presso l’Aula Magna dell’ospedale ‘Madonna del Soccorso’ di San Benedetto del Tronto. CLICCA QUI

All’incontro ha partecipato anche il sindaco sambenedettese Pasqualino Piunti che, raggiunto al telefono, ha espresso il suo pensiero in merito alla situazione attuale della sanità.

“La nostra amministrazione ha un’attenzione particolare alla sanità – ha affermato il primo cittadino – vogliamo difendere e rivendicare le pari opportunità. Vogliamo evitare ‘guerre fra poveri’ tra San Benedetto e Ascoli. Non dobbiamo dare alibi alla Regione Marche di trasportare eccellenze della sanità in altre zone. Per quanto riguarda l’ospedale unico, la localizzazione deve essere ragionata e non a caso. Non solo vogliamo difendere le eccellenze che si sono già ma vogliamo riportare i servizi funzionali e importanti per il nostro territorio – prosegue il sindaco di San Benedetto – Abbiamo la ferrovia, il porto, un’intensa stagione turistica, l’autostrada e la Statale, tutti fattori che rendono importante la nostra area. Un concetto che ribadirò alla prossima riunione ovvero alla conferenza dei sindaci. Con il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, ho già espresso le mie idee il primo agosto. Non sono progetti campanilistici ma di buon senso. A San Benedetto ci devono essere dotazioni ed efficienze mirate per ridare al Sud delle Marche, in passato spesso dimenticato dalla Regione, un servizio valido. Non voglio che la localizzazione dell’ospedale unico sia decisa dagli algoritmi. La decisione deve essere tecnica e politica. Inoltre mi preme ricordare – conclude Pasqualino Piunti – la nostra grande collaborazione con il sindaco di Ascoli Piceno, Guido Castelli. Con lui si parlerà anche di questo nella giunta congiunta prevista a San Benedetto per l’8 novembre”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 552 volte, 3 oggi)