GIULIANOVA – Apprensione nel Teramano. Continuano le ricerche del pescatore subacqueo (un 28enne di Pescara) scomparso al largo della costa il 26 ottobre. Il ragazzo era in compagnia di un amico, risalito in superficie che ha dato l’allarme dopo che del 28enne si erano perse le tracce. CLICCA QUI

Nella giornata del 28 ottobre riprendono le operazioni di ricerca, ostacolate dal maltempo e dal mare mosso nei giorni scorsi. Impegnati nell’individuare il pescatore subacqueo, gli uomini  della Guardia Costiera e i Vigili del Fuoco. Doverebbe essere utilizzato un robot in grado di eseguire uno scandaglio tridimensionale dei fondali. Purtroppo con il passare delle ore si teme il peggio per il pescatore subacqueo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 885 volte, 1 oggi)