SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Capitolo ludoteche: stavolta dovremmo esserci. Dopo la gara andata deserta il 20 ottobre, con nessuna delle cooperative invitate che entro il termine delle 12 aveva presentato un’offerta, stavolta il riavvio del bando ha avuto maggior fortuna.

Alla gara, il cui termine scadeva oggi 27 ottobre alle ore 12, hanno infatti risposto in 4 e si tratta della stessa Tangram che ha avuto in gestione gli spazi Liquirì e Soqquadro per gli ultimi due anni, della cooperativa “A Piccoli Passi” e “Veritatis Splendor” . Queste tre cooperative hanno però presentato un’offerta unica e costituiscono una cordata per così dire. La seconda offerta invece arriva da Cooss Marche di Ancona.

Sentito a riguardo, il presidente della Tangram Francesco Ciarrocchi, che più di un dubbio sollevò sul primo bando, anche in questa occasione non è sicuro “che i servizi potranno essere ripristinati con la stessa qualità che garantivamo in passato”. Ciarrocchi probabilmente si riferisce al corrispettivo, abbassato rispetto a quello percepito negli ultimi due anni, e da dividere addirittura in tre se l’offerta “di gruppo” dovesse essere accettata. D’altronde per Tangram “si tratta di una sfida perché noi assieme a Veritatis Splendor e “A Piccoli Passi” ci confrontiamo con una cooperativa, la Cooss, con fatturati ben più grandi e che sta monopolizzando il settore.

Adesso la palla passa alla commissione giudicatrice formata da Antonio Rosati dirigente comunale, Antonio De Santis, coordinatore dell’Ambito Territoriale Sociale 21 e Rita Tancredi pedagogista dipendente degli uffici di Viale De Gasperi. I tre, entro qualche giorno sceglieranno tra le due l’offerta migliore a livello economico e in termini di qualità del servizio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 800 volte, 1 oggi)