SAN BENEDETTO DEL TRONTO- E’ stato montato questa mattina un bagno chimico a ridosso del “villaggio della piccola pesca” in area portuale. La misura è stata decisa dall’assessorato presieduto da Filippo Olivieri d’intesa con la Capitaneria di Porto comandata da Gennaro Pappacena, con gli operatori dei box che lo chiedevano da tempo. Si tratta “di un bagno chimico provvisorio che fa fronte a un’esigenza igienica imprescindibile” fa sapere Olivieri.

Il bagno non sarà accessibile a tutti e verranno fornite le chiavi ai soli pescatori titolari di box nel “villaggio” e ai membri della Lega Navale presente nelle vicinanze. Presenti alla “donazione”, si fa per dire, anche i consiglieri Emidio Del Zompo e Mario Ballatore

Si tratta di una misura provvisoria in attesa che possa andare “in porto”, è il caso di dirlo, il progetto per il nuovo villaggio della piccola pesca, messo in cantiere nel 2014 dall’amministrazione Gaspari ma mai realizzato per una questione di finanziamenti (leggi qui). Il nuovo villaggio, nelle intenzioni, dovrebbe sorgere pochi metri più in là rispetto all’attuale, immediatamente a ridosso della pista ciclabile di via dei Tigli. Un progetto che rimane nell’intenzione anche dell’attuale amministrazione con lo stesso Olivieri che confida “siamo a lavoro per poter realizzare finalmente il nuovo spazio dedicato ai piccoli pescatori”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 456 volte, 1 oggi)