Maria Rita Morganti presenta la campagna d’ascolto dei quartieri VIDEO

SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Il Pd riparte dal quartiere Agraria e sceglie la zona a Sud della città per l’avvio della campagna d’ascolto con i quartieri che porterà i consiglieri d’opposizione, nella prossima tappa, a San Filippo Neri.

La scelta dei due quartieri alle estremità “non è casuale visto che vogliamo ripartire dalle periferie” spiega nel video che vi proponiamo la consigliera Maria Rita Morganti. Le fa eco il commissario del partito e capogruppo in Consiglio Antimo Di Francesco che dice: “le periferie devono tornare al centro, questo ciclo di incontri servirà per recepire i problemi delle varie zone di San Benedetto e tradurli poi in interrogazioni, mozioni e ordini del giorno in assise”, insomma “un modo per far tornare la gente ad appassionarsi alla politica” chiosa Tonino Capriotti, anche lui presente all’incontro con il collega Paolo Perazzoli.

E se di problemi era a caccia il Partito Democratico, ha scelto un quartiere che storicamente nei problemi ci “nuota”. Letteralmente visto che una delle questioni sollevate più frequentemente nell’incontro del pomeriggio del 24 ottobre è l’annoso problema degli allagamenti che investono via Val Tiberina e un po’ tutto il quartiere. “C’è bisogno di un nuovo canale” queste le parole di Paolo Perazzoli, che subito individua quella che per lui può essere una soluzione “un nuovo canale che costeggi l’autostrada e porti le acque direttamente al Tronto, i lavori che stanno facendo con la vasca in costruzione e il progetto di portare il flusso al fosso collettore in zona Sentina potrebbe non bastare” chiosa l’ex Sindaco fra le mura di “casa”.

Gli fa eco proprio l’ex assessore della giunta Perazzoli Palmiro Merli che dice “il problema non sono le fogne, come molti per anni hanno pensato, ma le acque di superficie, per questo un nuovo canale può essere una soluzione agli allagamenti che continuiamo ad avere sistematicamente dall’alluvione del ’92”. Merli poi lancia anche il problema della Piattaforma Ecologica: “Se prendono fuoco i pneumatici depositati lì ci riempiamo di fumo nero per mesi” mentre a Perazzoli sorge il dubbio “su cosa ci sia sotto, se materiale radioattivo o altro”. Un cittadino però gli rammenta che i carotaggi fatti nel 2011 scongiurerebbero l’ipotesi materiale radioattivo spostando il problema sui fondi “necessari per bonificare la discarica, perché finora Regione e Provincia hanno sempre girato la testa”.

Quest gli argomenti caldi dell’incontro, assieme a qualche voce fuori dal coro che ha sollevato anche una questione traffico auspicandosi “che finalmente venga realizzato il collegamento in progetto fra via Terracini, via Nenni e via Gronghi, in modo da sollevare dagli ingorghi la zona Annunziata e via Val Tiberina”. Il prossimo appuntamento è a San Filippo Neri col Pd che proseguirà, campagna referendaria permettendo, con i suoi appuntamenti per tutta la città anche se l’agenda completa non è ancora stata divulgata.

 

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 304 volte, 1 oggi)