SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Il Pd è in attesa di conoscere la decisione del Tar di Ancona circa il ricorso, presentato in estate, in materia elettorale. Il centro-sinistra chiede una revisione dell’interpretazione del comma 10 dell’art. 73 del Tuel con l’ufficio elettorale che dopo le elezioni aveva riconosciuto un numero di consiglieri non ritenuto congruo  dai ricorrenti, in proporzione alle preferenze di coalizione raccolte al primo turno.

La discussione dinanzi al Tar è terminata in questi minuti e il dispositivo della sentenza, seppur atteso per lunedì (mentre per le motivazioni bisognerà spettare altri giorni) sarà anticipato nel suo contenuto già questa sera. La discussione relativa al ricorso era la quarta in ruolo (ordine di tempo) questa mattina e il procedimento è stato riunito dal giudice con quello relativo al parallelo ricorso dell’Udc, che verte sul medesimo tema.

AGGIORNAMENTO- Alle ore 20 e 30 neanche l’avvocato, Natale Vallone, che cura il ricorso dei democratici dinanzi al Tar ha ricevuto notizie dalla cancelleria del tribunale. Il collegio sta probabilmente decidendo in queste ore sul fascicolo relativo al ricorso del Pd e per l’avvocato “l’orientamento del Tar, sia che si tratti di accoglimento o che si tratti di respingimento si saprà al massimo domattina, mentre per il contenuto del decreto dovremo aspettare lunedì”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 615 volte, 1 oggi)