SAN BENEDETTO DEL TRONTO- La partita di Bassano contro i giallorossi della Virtus è distante poco più di 24 ore e la squadra si appresta a mettersi in viaggio. I rossoblu saranno in autobus dall’una di oggi per coprire i 460 chilometri che dividono San Benedetto dalla cittadina vicentina mentre nessun punto distanzia in classifica le due squadre, almeno per ora.

Ottavio Palladini quindi, prima di partire, ha tempo per ribadire alla stampa ciò che vuole dalla sua squadra: “Un maggiore equilibrio è quello che chiedo ai miei, l’equilibrio visto a Venezia e in casa contro Parma e Padova e che è mancato col Suditrol dove però ho comunque visto i ragazzi vogliosi di riacciuffare la gara”.

Sta quindi nella gestione della partita l’upgrade che chiede l’allenatore anche se un atteggiamento troppo prudente è parimenti da scongiurare: “Non dobbiamo andare a Bassano a cercare il pari altrimenti perdiamo, per progetto generale noi non dobbiamo mai partire per fare un punto, dobbiamo stare attenti a come si evolvono le partite e soprattutto in casa dove la voglia di vincere ci porta a prestare spesso il fianco agli avversari.”

L’allenatore poi confessa di non aver gradito “i troppi gol presi finora, è un aspetto che dobbiamo migliorare”. Non è quindi sbagliato pensare che al momento il reparto più attenzionato sia la difesa dove Palladini potrebbe “cambiare qualcosa, perché rientrano a disposizione N’Tow e Di Pasquale e magari potrebbero trovare spazio”. Occhio poi anche al centrocampo dove Lulli non è al top: “sto valutando se mettere in campo uno fra Candellori, Damonte e Crescenzo nel caso Luca (Lulli n.d.r.) non ce la faccia, la mediana è un altro reparto che ha sofferto gli impegni ravvicinati di questo periodo e ho bisogno di gente che stia bene, perché domani la freschezza atletica sarà determinante” chiude il tecnico.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 716 volte, 1 oggi)