SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Proponiamo un comunicato congiunto dei consiglieri Tonino Capriotti del Pd e Andrea Sanguigni di “Ripartiamo da Zero”.

“Prendiamo atto dalla stampa che il gruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale ha deciso di accogliere pressoché integralmente le nostre proposte sulla nomina degli scrutatori per il referendum del 4 dicembre. La cosa ci fa molto piacere: risponde ad una esigenza di giustizia, trasparenza ed equità molto sentita dalla cittadinanza, e vede tutte (spero) le forze politiche d’accordo. Auspichiamo che questo passo avanti, sulla stampa, da parte di due Consiglieri non rimanga solo uno spot elettorale ma si trasformi in un’indicazione forte e chiara da parte di tutto il Consiglio Comunale per la Commissione elettorale incaricata delle scelte. Scelte che, lo ribadiamo, devono andare incontro alle persone in difficoltà, ai disoccupati, e incarnare principi di equità e giustizia, quali sono la selezione di uno per famiglia e l’alternanza, favorendo chi in passato non è stato nominato. La nomina “a chiamata” da parte dei Consiglieri Comunali, pur con delle semplici regole basate sul buon senso, veniva già messa in pratica nel passato: chiediamo che sin da subito la Commissione  lavori per istituire un regolamento scritto. La nostra idea prevede che, prima di ogni consultazione elettorale, si formi un “sotto albo” di persone disoccupate e/o studenti con autocertificazione dal quale estrarre a sorte gli scrutatori. Questa modalità viene giù utilizzata con successo in molti altri Comuni come quello di Fermo. E’ nostra intenzione discutere sulla modalità migliore coinvolgendo tutte le forze politiche, come avevamo iniziato a fare, con l’obiettivo di metterlo per iscritto da subito e applicarlo già dal prossimo referendum.”
Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 203 volte, 1 oggi)