SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Altra giornata di lavoro quella che ha vissuto la Samb oggi, Samb che ha riabbracciato fra i ranghi anche Luca Lulli tornato ad allenarsi dopo la botta rimediata col Sudtirol e Davide Di Pasquale, pienamente recuperato e forse già nella mischia a Bassano del Grappa, magari da terzino sinistro, visto che spesso Palladini ha mostrato di gradire l’opzione, specialmente in trasferta, dove la coperta può servire un po’ più “pesante”.

E chi a Bassano invece partirà certamente dalla panchina è il neo arrivato Vincenzo Aridità, napoletano di nascita ma una vita calcistica esclusivamente vissuta in Abruzzo tra Pescara, Vasto e Lanciano. Il portiere, arrivato per tamponare l’emergenza fra i pali dovuta alle croniche condizioni fisiche di Alberto Frison, si affaccia così per la prima volta al calcio marchigiano, raccontando come è arrivata la scelta dei rossoblu. “Ero a casa, dopo le vicende societarie del Lanciano e quando è arrivata la chiamata del Ds rossoblu ho accettato ponendomi da subito l’obiettivo primario di ritrovare la forma, perché se è vero che continuavo ad allenarmi da solo, il lavoro che si fa in un club è di tutt’altro genere e già adesso che sono passati dieci giorni la differenza la sento”.

La Samb ora ha in rosa tre portieri potenzialmente titolari in Lega Pro, ma in nuovo arrivato non mostra smania di calcare il campo: “Sono arrivato da poco e non pretendo nulla, c’è Pegorin che sta facendo bene tra l’altro per cui io rimango a disposizione dell’allenatore e se dovesse servire mi farò trovare pronto, sono venuto qui perché penso che sarà in ogni caso un’esperienza bella e importante, indipendentemente dai minuti giocati”.

E la piazza, nonostante il giocatore, sia arrivato da poco ha già fatto il suo effetto: “Questa è una bella piazza, il calore del pubblico che ho potuto tastare durante le partite col Padova e il Sudtirol, mi ha impressionato così come mi è piaciuto l’impatto col gruppo, tutti bravi ragazzi che lavorano con entusiasmo, non credo che i risultati positivi di questo periodo siano un caso”.

Aridità sarà quindi a disposizione per l’allenamento di domani mattina che farà da rifinitura per i rossoblu agli ordini di mister Palladini, attesi poi per la partenza in direzione Veneto,  quando sabato alle 18 e 30 sfideranno i giallorossi della Virtus, magari per allontanarli un po’ in classifica.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 746 volte, 1 oggi)