Cosa non si fa per… per?

Così il giornale on line Huffington Post ne combina una davvero strampalata. Titolo: “Sondaggio referendum: Sì e No pari al 37%“. In home page, invece, volto di Gustavo Zagrebelsky (fronte del No) e volto di Matteo Renzi (fronte del Sì al referendum costituzionale del 4 dicembre) con titolo “Renzi agguanta il pari – Sì e No appaiati al 37%”.

L’idea che passa è che l’attivismo (per non dire personalizzazione) del Presidente del Consiglio stia dando effetti positivi alla campagna per il Sì. Che dunque stia “rimontando” i sondaggi precedenti in cui è in difficoltà.

Ma andiamo, dunque, a vederli, questi sondaggi precedenti, partendo dal fatto che su Wikipedia vi è una catalogazione certosina e di lungo periodo su tutti i sondaggi sul referendum del 4 dicembre. L’istituto di ricerca Ixè, che effettua sondaggi per la trasmissione Agorà su RaiTre, nell’ultimo mese ha – in controtendenza media rispetto a tutti gli altri sondaggi – dato sempre in vantaggio il Sì, con questi dati:

  • 31 agosto, Sì 55%, No 45%
  • 7 settembre, Si 53%, No 47%
  • 14 settembre, Sì 51%, No 49%
  • 21 settembre, Sì 52%, No 48%
  • 28 settembre, Sì 51%, No 49%
  • 5 ottobre, Sì 51%, No 49%
  • 12 ottobre, Sì 50%, No 50%.

Come titola l’Huffington Post? In pratica il rilievo di una tendenza, stante Ixè, di crescita dei No e descrescita dei Sì viene trasformato in un atto probante del Presidente del Consiglio, che “riagguanta” il pari.

Inviamo questo articolo alla redazione dell’HP, sperando in una immediata precisazione.

(Letto 503 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 503 volte, 1 oggi)