CONTROGUERRA – Terzo controllo straordinario del territorio lungo la Bonifica del Tronto con particolare attenzione al Comune di Controguerra per arginare i fenomeni delittuosi legati all’immigrazione clandestina e al favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

L’attività, fortemente voluta dal Questore De Simone, è stata diretta dal Commissario Capo Dr. Dino Petitti ed ha visto impegnati agenti della Polizia di Stato, in uniforme ed in borghese, del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo di Pescara, della Squadra Mobile e della Polizia Stradale.

Nell’operazione sono state identificate 41 persone di cui 11 stranieri: di questi ultimi 4 sono stati accompagnati in Questura per accertamenti sulla posizione di soggiorno in Italia e per due di loro (una cinese e una nigeriana) è stata accertata l’irregolarità sul territorio e verranno azionate le procedure di espulsione presso l’ufficio Immigrazione.

Per altre tre cittadine extracomunitarie regolari scatterà il foglio di via perché svolgevano attività di meretricio su pubbliche vie dei Comuni di Controguerra ed Ancarano, ledendo la pubblica decenza, turbando gravemente il libero utilizzo degli spazi pubblici e generando intralcio e pericolo alla circolazione stradale, senza considerare il pericolo per la sicurezza urbana ed i rischi igienico-sanitari per la salute pubblica.

E’ stato elevato un verbale di contestazione della violazione dell’ordinanza del Sindaco di Martinsicuro nei confronti di un cliente, cittadino italiano, sorpreso nella contrattazione di una prestazione sessuale con soggetti dediti alla prostituzione.

Contravvenzioni al Codice della Strada elevate dalla Polizia Stradale a seguito dei controlli di automobilisti transitanti lungo la provincia.

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1 volte, 1 oggi)