VENEZIA- La Samb avanti due a zero si vede rimontare dal Venezia nel finale di gara. Una grande prova per gli uomini guidati da Ottavio Palladini e forse il Venezia aiutato un po’ dal direttore di gara: era sembrato già dubbio il primo rigore dato e poi sbagliato da Ferrari mentre sul gol del pareggio di Bentivoglio c’è l’ombra di un probabile colpo di mano dell’ex Chievo. Leggi qui le interviste del post gara.

Franco Fedeli: “Sono deluso perché pensavo di portare questi 3 punti a San Benedetto. Un po’ per colpa nostra ma anche per colpa dell’arbitro non ci siamo riusciti, purtroppo questo è il quarto punto che perdiamo in questo modo, dopo la gara col Parma. Non credo che l’arbitro abbia sbagliato in buona fede, si sbaglia perché si vuole sbagliare. L’arbitro non ha fatto il suo dovere oggi, ci ha tolto due punti, mi dicono che il pareggio è anche deviato con la mano. La Samb mi è piaciuta molto comunque, una grande prova di carattere, una prova di carattere, contento per il ritorno alla grande di Candellori.”

Joe Tacopina (presidente del Venezia) “Sono molto soddisfatto in generale della mia squadre e del mio staff”. Sulla gara di oggi: “quando si è sotto 2 a 0 non è mai facile recuperare una partita ma abbiamo in ogni caso dei giocatori capaci in questo senso e hanno fatto il loro dovere. Nel primo tempo non bene, ci è voluto un po’ troppo per svegliarci anche nel secondo e solo sul 2 a 0. Se avessimo giocato per tutti i 90 minuti come gli ultimi 20 avremmo vinto la partita”. Sull’arbitro: “E’ ridicolo parlare sempre di arbitri, noi abbiamo pareggiato perché abbiamo giocato bene gli ultimi 20 minuti”.

Ottavio Palladini: “Dobbiamo rimanere coi piedi per terra, noi dobbiamo fare bene, è questo il nostro obiettivo. La partita di oggi è formativa serve per tastare le nostre potenzialità. Stiamo bene ora e ci godiamo il buon momento di forma, perché arriveranno momenti difficili in stagione. Non parlo degli arbitri non ha senso, è stata una partita equilibrata nella ripresa e nel secondo tempo abbiamo fatto grandi cose. Poi ci sta di soffrire quando giochi contro 4 attaccanti e non sempre abbiamo avuto la forza di ricacciarli nella loro metà campo anche se abbiamo avuto almeno 2 grandi occasioni per ripassare in vantaggio”. Sulla sostituzione di Mori, che costringe il tecnico a mettere Tavanti per gli ultimi minuti: “Mori sostituito per dei giramenti di testa, ha un problema al collo da alcuni giorni che si è riacutizzato negli ultimi minuti di partita”.

Andrea Gianni:” Torniamo a casa un’altra volta con due punti in meno con un rigore che non c’era e un gol di mano. Noi non vogliamo essere i grandi e i temuti, vogliamo rimanere umili ma vogliamo essere rispettati anche dagli arbitri.”

Alex Pederzoli: “Nel primo tempo abbiamo fatto un po’ di fatica, giocando sule fasce per i nostri attaccanti è probabilmente mancata un po’ di precisione. Un uno-due pesante invece nella ripresa e poi è stata davvero una bella partita, è riduttivo parlare degli arbitri, è stata una bella partita fra due belle squadre. Credo che la Samb era partita per alcuni obiettivi ma penso proprio che lotterà per altri alla fine.”

Emiliano Tortolano: “Il primo gol è stato un mio assit ma grazie anche  Sabatino è stato bravissimo a farsi trovare nel punto giusto. Il gol mio è stato frutto di un’azione personale ma forse una deviazione ha ingannato Facchin,”

Alessandro Sabatino: “Il rammarico per il risultato c’è ma anche la consapevolezza dei nostri mezzi è cresciuta di molto dopo la gara di oggi. Sui rigori non mi esprimo  e nemmeno sul mani del secondo gol. Forse ci siamo troppo abbassati sul 2 a 0. Meglio il Venezia del Parma ma noi possiamo recriminare per i punti persi. Loro no.”

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.245 volte, 1 oggi)