SAN BENEDETTO DEL TRONTO- San Benedetto si premia per la sua solidarietà. Verrebbe da dire così dopo che oggi, la Commissione Aggiudicatrice del “Gran Pavese Rossoblu” ha deciso di assegnare il premio a quanti, in città, fra volontari, ragazzi e associazioni hanno prestato il loro aiuto nei giorni immediatamente successivi al terribile sisma che ha colpito le province di Ascoli e Rieti.

Il Premio, che lo scorso anno è stato assegnato, fra gli altri al Banco Alimentare e alla leggenda del rugby rossoblu Pierluigi Camiscioni, quest’anno, durante la cerimonia in Comune del 15 Ottobre (ore 10 e 30) sarà simbolicamente assegnato, visto che rimarrà una sola medaglia esposta in Municipio, a tutti coloro che hanno prestato i loro sforzi come volontari per prestare aiuto ai terremotati.

Il Gran Pavese, premio storico della città di San Benedetto mutuato dal gran pavese nautico, quella serie di bandiere che le navi innalzano in casi di particolare solennità, è stato assegnato, come ogni anno dall’apposita Commissione presieduta dal Sindaco Piunti e dal Presidente del Consiglio Comunale Bruno Gabrielli a cui si è aggiunto il presidente dell’Organismo di Partecipazione Nicola Piattoni, i due Consiglieri Flavia Mandrelli e Valerio Pignotti per opposizione e maggioranza insieme ai due ex sindaci Paolo Perazzoli e Piero Ripani. 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 470 volte, 1 oggi)