SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Leonardo Mancuso è finora uno dei protagonisti dell’avvio di campionato della Samb, che si può definire, tirando le somme dei 6 turni disputati, più che positivo quantomeno. Elevato è stato dunque il rendimento di squadra e altresì quello di alcuni singoli, tra cui lo stesso attaccante ex Catanzaro e Cittadella, determinante nel suo apporto, tanto in termini di corsa e sacrificio per la squadra, quanto in termini di gol, con 4 segnature finora, compreso il primo vantaggio della Samb nel pareggio interno 2-2 col Parma dello scorso turno.

Il 24enne milanese non sembra però sorpreso più di tanto da questo exploit: “ci speravo e ci ho sempre creduto di partire bene, sia a livello personale che di squadra, l’importante è continuare lungo il solco tracciato” confessa il ragazzo che poi individua anche i fattori di un rendimento di questa portata: “Credo sia un mix di situazioni che si sono venute a creare, mi trovo bene con i compagni, con gli schemi dell’allenatore e mi sto trovando bene in generale in questo ambiente“. E forse anche la città fa la differenza: “A San Benedetto si vive benissimo, è una città a misura d’uomo e poi c’è il mare… elemento sempre molto gradito”.

Il ragazzo poi svela che non viene da una stagione felicissima al Catanzaro “dove ci siamo salvati al fotofinish e in un ambiente non semplice, in ogni caso la reputo una stagione formativa quella passata”. E il giocatore, che confessa di non ispirarsi a colleghi più famosi in particolare ma di apprezzare molto, fra i pari ruolo, “il talento di Callejon”, sembra anche entrato nella mentalità giusta, dicendo di “non voler più pensare al pareggio col Parma, vogliamo pensare solo di partita in partita senza occhi al passato o troppo al futuro” confessa.

E allora testa al Venezia: “sappiamo che ci aspetta una gara difficile e per certi versi simile a quella col Parma perché entrambe le formazioni sono state costruite per vincere.” Il Venezia avrà poi il dente avvelenato dopo la sconfitta col Pordenone “e questo lo sappiamo” confessa l’attaccante rossoblu “ma noi dobbiamo andare per la nostra strada continuando a fare prestazioni positive” chiude Mancuso.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.158 volte, 1 oggi)