ANCONA – Un tutoraggio gratuito a favore dell’imprenditoria giovanile per costruire nuove imprese. È l’obiettivo del progetto “Virgilio 2090”, promosso dal Distretto 2090 (Abruzzo, Marche, Molise, Umbria) del Rotary International e presentato oggi in Regione. L’iniziativa ha lo scopo di supportare i nuovi imprenditori nella fase di avvio delle loro attività e contribuire al sostegno dell’occupazione attraverso un servizio di assistenza gratuita per coloro che muovono i primi passi sul mercato. Il programma è rivolto a imprese già operanti da non più di tre anni e con un organico non superiore alle dieci unità.

Il progetto coinvolge molti Rotary Club delle Marche (Ancona Conero, Ancona 25-35, Fabriano, San Benedetto del Tronto Nord, Macerata, Recanati “Giacomo Leopardi”, Porto San Giorgio – Riviera Fermana, Tolentino). Per coloro che muovono i primi passi nell’attività imprenditoriale, è previsto un servizio di assistenza gratuita da parte di professionisti rotariani: commercialisti, avvocati, notai, imprenditori, manager della comunicazione.

“La creazione di nuove imprese è, da sempre, fattore di crescita e di sviluppo economico per un Paese – ha affermato l’assessora alle Attività produttive, Manuela Bora – In un momento difficile come l’attuale, in cui è forte la tentazione di cedere alla sfiducia e al pessimismo, si deve tornare all’idea del sogno imprenditoriale che significa creare qualcosa di nuovo e di proprio. Significa porre al centro delle attività l’individuo e la sua realizzazione personale, diventare protagonisti del cambiamento, impegnandosi in un vero e proprio progetto che è una continua sfida anche a se stessi: mettere in gioco reputazione e mezzi per rompere schemi ed equilibri preesistenti e crearne altri più vantaggiosi, puntando sul capitale umano, vero motore delle nostre attività”.

“È un progetto nato a Milano nel 1996 e che ha già prodotto oltre settecento interventi di assistenza per la creazione di nuove imprese – ha riferito Luciano Pierini, presidente dell’Associazione Virgilio 2090 – Nelle Marche pensiamo di attivare, nel medio periodo, almeno una ventina di interventi, perché, tra le quattro regioni del nostro distretto, è forse quella con il terreno più fertile, per la presenza sul territorio di un tessuto economico costituito da piccole e medie industrie. Abbiamo già assistito dei giovani che, partendo dal nulla, hanno avuto un grandissimo successo. Il motto dei rotariani è servire in maniera disinteressata e noi lo concretizziamo efficacemente con questo progetto”.

Il Programma Virgilio 2090 prevede che a ogni imprenditore che richieda collaborazione venga affiancato un tutor, socio di un club Rotary. Il tutor mette a disposizione la propria professionalità qualificata per consentire all’impresa di superare i primi difficili passi dell’avviamento. Il tutor non si sostituisce all’imprenditore, non assume responsabilità legali o cariche sociali, ma lo aiuta nelle aree più carenti dell’attività per un periodo non superiore a dodici mesi. Compito del tutor è assistere l’imprenditore nell’analisi delle necessità della sua azienda, trasferendogli parte della propria professionalità, metodologia, sicurezza psicologica e sostenendolo nel processo decisionale della start-up.

Per richiedere l’assistenza basta collegarsi al sito www.virgilio2090.it e compilare il modulo online. Le richieste saranno esaminate dal Consiglio direttivo di Virgilio 2090 che valuterà l’ammissibilità di ciascuna.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 103 volte, 1 oggi)