SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con una messa concelebrata dal Vescovo diocesano mons. Bresciani e dal parroco della chiesa di S. Antonio padre Gabriele Lupi, si è aperto il programma delle iniziative promosse per celebrare i vent’anni del Centro sociale per la terza età “Primavera”.

Negli interventi del sindaco Pasqualino Piunti, del primo cittadino all’epoca dell’inaugurazione Paolo Perazzoli e del presidente della cooperativa che gestisce il servizio Antonio Bruni, sono state ripercorse le tappe che portarono all’inaugurazione della struttura ed è stato evidenziato il ruolo sempre più rilevante che il “Primavera” ha svolto in questi vent’anni come punto di riferimento per coloro che si trovano ad attraversare una fase importante della loro vita.

Sono stati ricordati il sindaco Natale Cappella e l’assessore Mario Bazzi che furono i promotori della creazione del centro come luogo di aggregazione ma anche di valorizzazione delle potenzialità dei non più giovani per chiudere così, una volta per tutte, l’epoca delle case di riposo di vecchia concezione rappresentate a San Benedetto dall’edificio di via Firenze, al Paese alto.

Un riconoscimento per il prezioso lavoro svolto in questi anni a favore del Centro e dei tanti ospiti è stato consegnato alla direttrice, oggi in pensione, Rossella Moretti e al presidente del comitato di gestione Gioacchino Fiscaletti.

La giornata è proseguita con il concerto del Corpo bandistico cittadino e un buffet offerto agli ospiti e del Centro e a coloro che non hanno voluto mancare a questa giornata di festa.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 507 volte, 1 oggi)