SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo il progetto pilota di bilinguismo avviato con successo l’anno passato nella sezione infanzia Montessori Isc Nord di Via Puglia a San Benedetto del Tronto, adesso l’esperienza di apprendere in maniera naturale l’inglese si allarga a tutti i bambini del plesso. Questo è l’obiettivo di Annalisa Angellotti, referente delle iniziative di Responsabilità Sociale d’Impresa di Gate-away.com, il portale immobiliare dedicato all’estero che lavora a livello nazionale ed internazionale e che ha sede a Grottammare.

“English At Lunch nasce dalla consapevolezza che la conoscenza delle lingue nel nostro lavoro è essenziale – commenta la Angellotti – Abbiamo sperimentato, anche con i nostri figli, che l’esposizione e l’apprendimento di una lingua straniera in tenera età riesce a sviluppare una propensione positiva, che sicuramente potrà dare frutti duraturi negli anni a venire. Sapere una lingua straniera – prosegue la cofondatrice di Gate-away.com – è un tesoro da mettere in valigia, una dote che può essere utile in ogni ambito.

Desideriamo poter avvicinare i piccoli all’inglese, offrendo loro un momento qualificato di animazione durante il pasto a scuola, affinché siano coinvolti e pongano attenzione anche a quello che mangiano perché avranno occasione di imparare come il nome in inglese del cibo che hanno nel piatto. Per questo abbiamo chiamato il progetto “English At Lunch, a tavola con l’inglese” e siamo grati all’Isc Nord che ci ha permesso di poter portare avanti il progetto”.

L’Istituto Comprensivo Nord di San Benedetto del Tronto ha infatti dimostrato sin dallo scorso anno una forte apertura nei confronti di queste proposte innovative, che vedono coinvolti più attori sociali. Nel caso del progetto di bilinguismo per la sezione Montessori hanno lavorato insieme scuola, azienda e famiglie dei piccoli alunni.

L’esito positivo del progetto pilota ha influenzato la volontà di espandere l’esperienza a tutte le classi di Via Puglia, con tre ore settimanali di inglese con una docente madrelingua dal mese di ottobre fino a quello di maggio.

“L’apporto propositivo e la collaborazione di soggetti economici del territorio – afferma Giuseppina Carosi, dirigente dell’Isc Nord – creano con le istituzioni scolastiche e le famiglie un circolo virtuoso di cui la scuola può beneficiare. Questo ne è un esempio lampante. Il progetto ideato e realizzato con il contributo di Gate-away.com per tutto il plesso di Via Puglia è un’opportunità e una ricchezza nell’offerta didattica che, soprattutto, non grava sulle possibilità economiche delle famiglie, che in questo periodo sono messe già a dura prova, né sulle disponibilità dell’Istituto”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 216 volte, 1 oggi)