SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Le interviste al termine di Samb-Parma finita 2 a 2 tra le polemiche per due espulsioni comminate ai rossoblu e un rigore che ha regalato al Parma il pareggio con Calaiò.

Franco Fedeli: “Ha fatto tutto l’arbitro, pensavo di vincere. Pareggiare in questa maniera è peggio di una sconfitta, capisco che il Parma abbia il nome e il blasone ma l’arbitro è andato nel pallone completamente, queste partite vanno vinte in campo non con decisioni dell’arbitro. Calaiò si è permesso di offendere e dire parolacce per tutta la partita. E’ un ex giocatore ormai e anche un ignorante. Che partita è stata? La Samb ha fatto una grande partita e meritavamo di vincere ma qualcuno non ce l’ha permesso. Andiamo a Venezia con due grosse defezioni, soprattutto per la mancanza di Lulli.”

Ottavio Palladini: “Ho visto una buona Samb che ha messo in difficoltà il Parma andando in vantaggio meritatamente nella prima mezz’ora quando abbiamo creato almeno 4 o 5 palle gol. Poi abbiamo sofferto i loro cross in mezzo e su uno di questi abbiamo preso gol. Nel secondo tempo però siamo ripartiti forte e siamo tornati in vantaggio, l’episodio ha portato al pareggio il Parma anche se non posso dire se è stata una decisione giusta o sbagliata. Ho visto un atteggiamento giusto della mia squadra. Le espulsioni? Quella di Radi non posso giudicarla perché non l’ho vista e forse quella di Lulli mi è sembrata un po’ affrettata. Abbiamo comunque giocatori degni che sapranno sostituirli.”

Luigi Apolloni: “Siamo partiti abbastanza bene nei primissimi minuti subendo poi un po’ la Samb nella prima frazione prima del nostro meritato pareggio. Nella ripresa è arrivato questo gran gol di Lulli, da lì poi abbiamo creato delle occasioni per pareggiare. Le polemiche non mi toccano, abbiamo fatto la nostra gara così come la Samb ha fatto la sua. Se l’arbitro ha deciso per il rigore avrà visto quello, l’espulsione di Lulli mi sembra legittima. Si Aspettava una Samb così? Mi aspettavo questa gara, è fatta di buoni giocatori, abbina o qualità e quantità e potrebbero anche lottare per i primi posti.”

Sandro Federico: “Dobbiamo andare tutti via col sorriso anche se si fa fatica perché c’è stata una grande prestazione e una festa bellissima. E’ stata una bella giornata, è tornato l’entusiasmo ed è merito dei ragazzi, del mister e dei tifosi. Vedendo alcune immagini velocemente mi è sembrato che Guazzo abbia simulato platealmente, andiamo avanti perché voglio che nella mia testa rimanga la bella prestazione e il bel contesto. Dobbiamo continuare così perché oggi i ragazzi hanno fatto la gara esatta che il mister aveva pensato. Il fallo di Lulli è un normale fallo a centrocampo, non mi sembrava il caso di espellere un altro giocatore, e per di più al termine di una gara correttissima.”

Luca Lulli: “Il mio è stato un normalissimo fallo di gioco, Corapi ha urlato e l’arbitro ha estratto il cartellino, è ingiusto. Mi dispiace che il mio gol non è servito ha portare a casa i tre punti, rimane una partita e una prestazione molto bella, dobbiamo continuare a dare tutto quello che abbiamo.”

Leonardo Mancuso: “E’ stata una prestazione importante contro un grande avversario, bravi noi a metterci intensità finché ne abbiamo avuta e li abbiamo messi in difficoltà.E’ stato un esame importante e che per me abbiamo superato bene. Voglio provare a battere il mio record di gol fra i professionisti che è di 8, ce la metterò tutta.”

Emanuele Calaiò: “Dispiace quando un presidente usa queste parole, capisco la tensione di chi sta vincendo e che prova delusione. Io mi sono rivolto all’arbitro nella maniera in cui si sono rivolti tutti. Non capisco le polemiche anche perché abbiamo avuto tante occasioni e abbiamo sbagliato tanti gol, su di me c’era anche un rigore clamoroso che non hanno dato. Auguro a Ottavio Palladini, mio ex compagno a Pescara e amico, di fare bene e dico ai giocatori della Samb che sono fortunati a giocare con un pubblico così”.

Kristaps Zommers: “Ho fatto una buona prestazione oggi, ma devo migliorare tanto come portiere. Sul secondo gol è stato un gran tiro ma non ho visto partire la palla e se l’avessi vista potevo fare qualcosa di più. Mi è piaciuto il pubblico oggi sia nostro che avversario. Il rigore? Non so ma ogni tanto un po’ di fortuna ci vuole”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 4.133 volte, 1 oggi)