SAN BENEDETTO DEL TRONTO- La messa all’asta della ex Scuola Petrarca è destinata a far parlare di sé in queste ore. Nonostante un comunicato del Sindaco Piunti (leggi qui) in cui il primo cittadino questa mattina ha voluto puntualizzare che la futura destinazione sociale della scuola (da lui ventilata qualche tempo fa) non sarà compromessa da un eventuale vendita inoltre già pianificata da tempo, c’è chi, fra le forze politiche d’opposizione fa sentire la propria voce.

Dopo un comunicato della lista 63074 è un consigliere stavolta a dire la sua. Si tratta del democratico Tonino Capriotti che punta il dito sul fatto che tempo fa, il sindaco, allora consigliere “votò contro l’alienazione della scuola, mentre ora si rimangia tutto” si legge da una nota del politico che  poi lancia una provocazione piuttosto forte:”dovremo credergli quando presenterà il programma di mandato?”

Il consigliere del Pd poi continua e attacca anche sul fronte spending review. Oggetto del contendere la rinuncia al momento dell’insediazione, da parte del Sindaco, all’auto di rappresentanza. In tal senso Capriotti si chiede:”Siamo sicuri che i rimborsi spesa costino meno dell’auto di rappresentanza?”

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 570 volte, 1 oggi)