ANCONA – La Giunta regionale ha approvato lo schema di convenzione che formalizza la collaborazione tra Regione, in qualità di intermediario tecnologico, e soggetti aderenti, per servizi di intermediazione tecnologica per i pagamenti elettronici e fatturazione elettronica agli enti strumentali, locali e del comparto sanitario. Avrà durata fino al 31 dicembre 2020.

“In un ottica di semplificazione amministrativa la Regione mette a disposizione delle pubbliche amministrazioni del territorio i servizi infrastrutturali abilitanti per l’erogazione di servizi applicativi e telematici mentre tutte le attività di sviluppo dell’integrazione con i sistemi informativi degli enti sono a carico dei soggetti aderenti – specifica l’assessore all’ informatica, Fabrizio Cesetti, che aggiunge – Come previsto dalla legge n.3 del 2015 ‘di innovazione e semplificazione amministrativa’ finalizzata a favorire il processo di innovazione organizzativa e tecnologica delle pubbliche amministrazioni del territorio regionale, la Regione promuove l’utilizzo di infrastrutture tecnologiche abilitanti per l’erogazione ai cittadini e imprese di servizi applicativi e telematici compresi i servizi per la sicurezza, l’identità digitale e la cooperazione applicativa. Per quanto riguarda i pagamenti tra pubblica amministrazione e fornitori, la fattura elettronica mira ad una semplificazione delle procedure amministrative in un’ottica di trasparenza, monitoraggio e rendicontazione della spesa pubblica”.

L’accordo disciplina il rapporto fra la Regione e l’Ente con riguardo all’adesione al sistema PagoPa da parte dell’Ente tramite l’utilizzo dell’infrastruttura del Nodo dei pagamenti-Spc messa a disposizione dall’Agenzia al fine di partecipare al Sistema dei pagamenti informatici a favore delle Pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi. Per quanto riguarda la fatturazione elettronica, lo schema di convenzione specifica che l’accordo disciplina il rapporto con l’ente con riguardo all’adesione al servizio base IntermediaMarche.

Per supportare l’integrazione dei sistemi della PA locale, la Regione Marche ha adottato un Bando per la concessione di contributi in favore di Comuni della Regione Marche in attuazione all’Asse 2 “Migliorare l’accesso alle tecnologie dell’informazione” del POR MARCHE FESR 2014-2020.

Prevede il finanziamento di diverse linee di interventi per l’integrazione dei sistemi della PA locale per la gestione di servizi di E-Government operanti con le infrastrutture applicative regionali tra cui il “Sistema Informativo regionale dei pagamenti elettronici Mpay” e il “Sistema IntermediaMarche” per la fatturazione elettronica.

Le domande per la richiesta del contributo possono essere presentate dal 3 ottobre 2016 fino al 31 ottobre 2016.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 111 volte, 1 oggi)