VIANA DO CASTELLO (PORTOGALLO) – Si è concluso con un più che onorevole terzo posto della nazionale italiana, diretta dal Ct Zefferino Guidi, il decimo campionato europeo di pesca sportiva, specialità canna da riva, svoltosi a Viana do Castello in Portogallo.

«Anche se poteva andare meglio – ha dichiarato il selezionatore azzurro che è nato e vive a San Benedetto – posso ritenermi molto soddisfatto per la conquista della medaglia di bronzo della squadra A composta da Roberto Cavallini, Davide Mora, Alex Sottilotta, Maurizio Bisacchi, Raffaele Gisondi e Marco Rizzo su un campo gara difficilissimo, nel quale il fattore fortuna contava parecchio soprattutto per i posti gara e il regolamento con la misura minima dei pesci a 15 cm e la misura minima dell’amo di 7 mm. Invio anche le mie più vive congratulazioni agli amici portoghesi che hanno vinto ed in particolare agli amici Orlando Pereira, José Afonso e Guilherme Serrario».

«Un ringraziamento – ha proseguito Guidi – va a tutta la delegazione italiana presente in Portogallo e in particolare ai ragazzi della squadra A, della squadra B quarta classificata (Iacopo Collavoli, Paolo Lacerenza, Federico Laspesa – atleta rivierasco tesserato per la Apsd San Benedetto – Francesco Mungai, Marco Meloni e Riccardo Tonacchera) ai dirigenti federali Stefano Sarti e Norberto Morotti, al presidente della federazione italiana Ugo Matteoli e al presidente del settore Mare Antonio Gigli nonche’ a tutto lo staff federale. In quattro anni – ha concluso il commissario tecnico Guidi – il team italiano di canna da riva sotto la mia guida ha vinto il bronzo a squadre e l’oro individuale in Spagna (2013), oro ed argento a squadre e oro, argento e bronzo nell’individuale in Italia (2014) e oro a squadre in Francia (2015). Un ringraziamento speciale anche al mio club Apsd San Benedetto che mi sostiene sempre».

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 160 volte, 1 oggi)