SAN BENEDETTO DEL TRONTO- E’ andata in scena in queste ore una riunione fra i sette consiglieri d’opposizione facenti capo all’area di centro-sinistra rappresentata in Consiglio Comunale. Al consèsso hanno dunque partecipato Tonino Capriotti, Marco Curzi,  Antimo Di Francesco, Flavia Mandrelli, Maria Rita Morganti, Domenico Pellei e Paolo Perazzoli; tema: i rapporti con l’amministrazione comunale e in particolare le dinamiche attorno alla neo costituzione di 10 commissioni consiliari.

In particolare alla coalizione non è andata giù la costituzione, in particolare, delle due commissioni Sanità e Sicurezza definite dai consiglieri “inutili in quanto il Consiglio Comunale non ha poteri sulle due materie in esame”. Si è deciso in ogni caso di continuare a puntare su almeno 4 presidenze delle neo costituite commissioni (ad esclusione delle due sopracitate)  con la richiesta che sulla presidenza delle stesse “a votare siano i soli consiglieri di minoranza” auspicando così l’astensione della maggioranza quando in assise si voterà sul tema.

Tra le righe della riunione è emersa anche una certa impazienza per conoscere le linee programmatiche di governo dell’amministrazione Piunti con gli stessi consiglieri che rammentano come il “tempo sia quasi scaduto”. Ricordiamo in ogni caso che lo Statuto Comunale ( a cui è demandata dal D.lgs 267 del 200o la fissazione della scadenza per presentare il programma di mandato) stabilisce come questo debba essere consegnato al vaglio del Consiglio, e successiva votazione a maggioranza assoluta, entro quattro mesi dalla prima seduta del Consiglio che è datata 17 luglio.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 444 volte, 1 oggi)