SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il primo ottobre allo stadio Riviera delle Palme arriverà una vecchia conoscenza della Sambenedettese. Nella rosa del Parma c’è il difensore Michele Canini. Il calciatore originario di Brescia è cresciuto nelle giovanili dell’Atalanta e il primo assaggio con il calcio professionistico l’ha vissuto proprio a San Benedetto del Tronto.

Era l’annata 2004/2005 e la squadra, agli ordini di mister Davide Ballardini, sfiorò una grande impresa arrivando fino alle semifinali Play Off di Serie C perdendo, con qualche rammarico, contro la corazzata Napoli che però fallì l’approdo in Serie B in finale contro l’Avellino.

Michele Canini fu uno degli indiscussi protagonisti della stagione con 31 presenze. In Riviera era chiaro il valore del ragazzo. Un difensore dalle grandi qualità. Infatti, l’anno dopo, andò in Sardegna a giocare in Serie A con il Cagliari. Dal 2005/06 a giugno 2014 Canini ha giocato sempre in serie A vestendo le casacche di Genoa, Atalanta e Chievo. Oltre 200 presenze e due goal. Il difensore ha fatto parte della Nazionale Italiana Under 21 partecipando a due campionati europei.

Dopo un anno in Giappone al Fc Tokio, approdò ad Ascoli nella squadra bianconera nella stagione 2015/16 in serie B. Un’esperienza che ha amareggiato qualche supporter rossoblu e potrebbe portare a qualche fischio all’ingresso in campo del difensore.

Sinceramente auspichiamo, invece, un caloroso saluto da pubblico civile per un ragazzo che in tante occasioni ha ringraziato la Sambenedettese per aver fatto da trampolino nella massima serie. Ringraziamenti espressi, con affetto, anche verso la città di San Benedetto.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.769 volte, 1 oggi)