FERMO – Prosegue l’inchiesta da parte dei carabinieri della Compagnia di Fermo dopo l’episodio avvenuto nella serata del 21 settembre in località Campiglione. (CLICCA QUI)

Due individui, a bordo di un’auto, non si erano fermati all’Alt dei carabinieri giunti sul posto dopo una segnalazione. La fuga dei fuggitivi è durata poco dato che si sono poi scontrati con un altro veicolo, ferendo una donna.

Dopo lo scontro uno dei due era riuscito a dileguarsi mentre l’altro, un 28enne nato a Napoli, è stato bloccato e accompagnato in caserma dai militari per accertamenti.

In seguito si è scoperto che i due erano stati protagonisti di furti e truffe nel Fermano e nella Riviera Picena (CLICCA QUI). Infatti nella loro auto, di proprietà di una terza persona, sono state rinvenute banconote, carte di credito e materiale utile per gli atti criminali oltre alla refurtiva.

Il 28enne è stato arrestato per furto aggravato e indebito utilizzo di carte di credito. Il fermo è stato convalidato e al soggetto è stata applicata la misura dell’obbligo di firma.

I carabinieri, nelle ultime ore, hanno scoperto l’identità e le generalità del complice che però non è stato ancora rintracciato. Si tratta di un 32enne nato a Napoli.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 393 volte, 1 oggi)