CUPRA MARITTIMA – Venerdì 23 settembre il Cinema Margherita presenta due incontri con il regista Giuseppe Piccioni, che parlerà del suo nuovo film Questi Giorni, fresco di Nomination al Leone d’oro all’ultimo Festival del Cinema di Venezia. La serata sarà presentata dalla scrittrice e poetessa Evelina De Signoribus.

Venerdì 23 settembre, vista la grande richiesta e i pochi biglietti rimasti, oltre allo spettacolo delle 21.30, è stato inserito un altro incontro con il regista alle ore 18.00.

Per gli spettacoli è consigliata la prenotazione via sms al 391 7156986

Gli incontri con Piccioni rendono orgoglioso lo staff del Cinema Margherita, perché rappresentano l’opportunità di far incontrare e dialogare il nostro territorio con il grande cinema internazionale, per parlare di cinema e cultura.

Il Cinema Margherita di Cupra Marittima da giovedì 22 a lunedì 26 settembre propone:
Questi Giorni di Giuseppe Piccioni, con Margherita Buy, Maria Roveran, Marta Gastini, Caterina Le Caselle, Laura Adriani, Filippo Timi. Il film ha partecipato In concorso al Festival di Venezia 2016.

Giuseppe Piccioni (Ascoli Piceno, 2 luglio 1953) è un regista cinematografico e sceneggiatore italiano. Laureatosi in Sociologia, dopo aver frequentato la Scuola di cinema Gaumont diretta da Renzo Rossellini jr., fonda nel 1985 la casa di produzione Vertigo Film assieme a Domenico Procacci, con la quale realizza nel 1987 il suo primo lungometraggio: Il grande Blek. Con Fuori dal mondo (1998), il suo quinto lungometraggio, vince 5 David di Donatello e numerosi altri premi in Italia e nel mondo: Il Silver Hugo Award al Festival Internazionale del Film di Chicago, il Grand Jury Prize come Miglior Film, il premio per il Miglior Film scelto dal pubblico all’AFI Film Festival di Los Angeles e il Grand Prix Special du Jury al Festival Internazionale Des Films Du Monde di Montreal, ed è nominato dall’Italia come candidato all’Oscar per il miglior film straniero. Luce dei miei occhi (2001) partecipa in concorso al Festival del Cinema di Venezia e i due protagonisti Luigi Lo Cascio e Sandra Ceccarelli si aggiudicano la prestigiosa Coppa Volpi come miglior attore e migliore attrice. È tra i fondatori, nel 2005, della Libreria del Cinema di Roma. Nel 2009 esce Giulia non esce la sera, con Valerio Mastandrea e Valeria Golino, mentre nel 2012 è alla regia di Il rosso e il blu, con Roberto Herlitzka, Margherita Buy e Riccardo Scamarcio. (wikipedia.it)

Questi Giorni: Una città di provincia. Tra le vecchie mura, nelle scorribande notturne sul lungomare, nell’incanto di un temporaneo sconfinamento nella natura, si consumano i riti quotidiani e le aspettative di quattro ragazze la cui amicizia non nasce da passioni travolgenti, interessi comuni o grandi ideali. Ad unirle non sono le affinità ma le abitudini, gli entusiasmi occasionali, i contrasti inoffensivi, i sentimenti coltivati in segreto. Il loro legame è tuttavia unico e irripetibile come possono essere unici e irripetibili i pochi giorni del viaggio che compiono insieme per accompagnare una di loro a Belgrado, dove l’attendono una misteriosa amica e un’improbabile occasione di lavoro. (www.trovacinema.it)

“Giuseppe Piccioni aveva lasciato un segno nel cinema italiano con il suo secondo film, un on the road che attraversava la penisola (Chiedi la luna) leggendone i mutamenti. Torna ora a percorrere strade che lo portano fuori dal nostro sempre meno rappresentabile Paese per concentrarsi su quattro giovani attrici che aderiscono totalmente al suo progetto. Lo si comprende da alcuni sguardi e gesti che sembrano quasi rubati dalla macchina da presa.
Ognuna di loro è alla ricerca di se stessa ma, al contempo, tutte sembrano voler fuggire da ciò che le agita nel profondo. Mostrano però, rispetto alle figure maschili che lasciano a casa o a quelle che incontrano sul cammino, uno scatto in più, una capacità di affrontare la vita senza quegli infantilismi che Piccioni dispensa a piene mani anche agli adulti Timi e Rubini.
Il suo è un cinema che ha sempre avuto un’attenzione particolare per il femminile ma la declinava su personaggi più maturi. Oggi invece, come faceva il troppo rapidamente dimenticato Eric Rohmer, prende dalle nuove generazioni non solo idee ma anche parole e atteggiamenti che traduce in emozioni.
Nel passato Piccioni esponeva la sua visione della vita affermando che viviamo tutti in accampamenti provvisori. Oggi sembra voler offrire alle sue protagoniste (a cui non manca il supporto di una sempre più partecipe Margherita Buy) un futuro un po’ più stanziale.” (Giancarlo Zappoli – mymovies.it)

Anche per la stagione 2016-2017 il Cinema Margherita propone la Tessera Acec Marche. La tessera costa € 5, permette di avere 5 ingressi ridotti, più uno in omaggio, ed è utilizzabile in tutte le Sale Acec Marche.

 Ingressi: € 6,50 interi, € 5,00 ridotti

Ingresso universitari: € 4,00

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 170 volte, 1 oggi)