SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La CIIP spa eseguirà nel territorio grottammarese un’opera di risanamento e adeguamento del sistema di smaltimento delle acque bianche che dal fosso  del cimitero si immettono nel collettore principale del lungomare per finire nella foce del torrente Tesino. Questo permetterà di eliminare l’annoso allagamento di via Sacconi e di altri punti in zona Valtesino/San Martino.

Il progetto redatto dai tecnici dell’ente gestore divide l’operazione in tre tipologie di intervento concentrate sulla stessa condotta.

Il primo intervento prenderà in considerazione il tratto via Valtesino incrocio via Enrico Fermi: in questo punto è stato deciso di migliorare l’efficienza del sistema di smaltimento, sostituendo la tubazione di attraversamento stradale della SP Valtesino (attualmente da 60 cm di diametro) con uno scatolare in cemento armato da 100 cm x 80 cm di dimensioni interne; a monte dell’attraversamento, verrà inoltre realizzata una vasca di contenimento e cattura dei detriti, protetta da briglie gabbionate, atta ad evitarne l’intasamento.

Il secondo intervento prenderà in considerazione il tratto di collettore che corre lungo la via San Martino e consiste nella videoispezione dell’intera condotta, con eventuale ripulitura dei detriti presenti all’interno.

Il terzo intervento si concentrerà tra via Tintoretto e via Sacconi: in questo caso, è prevista la realizzazione di una variante al tracciato della condotta che corre parallelamente alla linea ferroviaria, mediante deviazione del flusso delle acque da sud a nord della via Sacconi; la modifica prevede l’installazione di un nuovo scatolare in cemento armato (120 cm x 55 cm di dimensioni interne), con il quale convogliare le acque nel collettore che fiancheggia l’hotel Marconi e da lì nel collettore principale del lungomare che sfocia al Tesino.

Finanziariamente, si tratta di un progetto del valore di 250 mila euro a totale carico della CIIP spa.  Sollecitato dall’amministrazione comunale, l’intervento è il risultato di un accordo tra quest’ultima, l’AATO e la CIIP spa e costituisce la prima opera di un piano che ha l’obiettivo di risolvere varie criticità del tessuto urbano legate principalmente a eventi piovosi di particolare intensità.

“Questo lavoro – conferma il sindaco Enrico Piergallini – inaugura una fase molto importante per la Città di Grottammare che vedrà la Ciip autore di investimenti assai significativi per il miglioramento dei nostri sottoservizi. Nei prossimi anni, infatti, saranno investiti oltre 1.200.000 euro per l’implementazione delle condotte nelle zone che fino ad ora hanno dimostrato le maggiori criticità, prime tra tutti Valtesino e via Sacconi – oggetto entrambi dell’attuale intervento – e soprattutto il quartiere Ischia I. Questi lavori non si vedranno all’esterno ma sono fondamentali per il funzionamento della città”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 99 volte, 1 oggi)