GROTTAMMARE – Il CONI ripete a Grottammare il progetto CONI Ragazzi. E’ già partita la prima fase del reclutamento delle società sportive, con l’invito ad aderire per il secondo anno al progetto sociale, sportivo ed educativo destinato alle fasce sociali deboli.

La conferma arriva anche dall’assessore all’Inclusività sociale, Clarita Baldoni: “Vogliamo così rassicurare le tante famiglie che hanno già chiamato i nostri servizi per chiedere informazioni, che il progetto Coni Ragazzi avrà un seguito anche quest’anno. Presto potremo fornire più dettagli su questa nuova edizione”.

CONI Ragazzi è una iniziativa che unisce il principio del diritto allo sport per tutti all’offerta di un servizio sociale alla comunità, costituendo un importante tassello del sistema educativo in aree di disagio sociale. Il progetto, infatti, intende supportare le famiglie che, per le difficili condizioni economiche in cui versano, non potrebbero sostenere i costi dell’attività sportiva extrascolastica, promuovendo al contempo uno stile di vita attivo e sano, insieme ai valori educativi dello sport come lo spirito di gruppo e l’integrazione sociale.

Il progetto prevede l’erogazione del servizio di attività sportiva pomeridiana, offerto gratuitamente a bambini/e di età compresa tra i 5 ed i 13 anni, appartenenti a famiglie residenti o domiciliate nei Comuni individuati dal CONI, in collaborazione con il centro studi dell’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani). Il servizio è svolto dalle società sportive affiliate al CONI presenti sul territorio (a Grottammare sono 60) che abbiano confermato l’appoggio all’iniziativa.

Il progetto è promosso, insieme al CONI, dalla presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero della Salute ed è veicolato nelle Scuole di primo e secondo grado, tra le realtà sportive e nei Comuni dei territori interessati.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 68 volte, 1 oggi)