ANCONA-Reazione furiosa dei social per le parole di Francesco Capozza, vice presidente Corecom Marche, che su Twitter ieri aveva commentato il suicidio di Tiziana Cantone, il cui video hot, divenne virale circa un anno fa. L’ex portavoce di Gianfranco Fini e attuale vice del’organo di consulenza e garanzia regionale in materia di telecomunicazioni (appendice dell’Agcom) ieri aveva infatti cinguettato una frase da altri utenti ritenuta offensiva sul suo profilo, commentando il suicidio della donna campana, mentre oggi, dopo gli insulti ricevuti fa marcia indietro, pur non rimuovendo il tweet “incriminato”. Lo riporta anche l’Ansa.

Capozza infatti in mattinata ha rilasciato una dichiarazione all’Adkronos in cui si scusa per l’accaduto e chiede perdono alla famiglia di Tiziana Cantone, provando a giustificare le sue frasi schock. “Non volevo esprimermi con un termine che io stesso reputo esacrabile ma è stata esclusivamente la rabbia di un cattolico che condanna il suicidio” si legge dal profilo Twitter dell’uomo.

Le scuse arrivano ma è forse troppo tardi. Il presidente del Consiglio regionale delle Marche Antonio Mastrovincenzo infatti definisce le frasi del vice del Corecom come “vergognose e inaccettabili” chiedendo le immediate dimissioni dello stesso dall’organo, un organo, prosegue Mastrovincenzo “chiamato istituzionalmente a vigilare sul rispetto dei diritti di libertà dei cittadini in tema di comunicazioni”.

Ecco la frase incriminata di Capozza:

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.214 volte, 1 oggi)