A cura di MICHELE ROSSI

GROTTAMMARE-FOLGORE VEREGRA 2-0

Grottammare: Pirozzi, Valentini D., Avellino (83’ Egidi), Traini, Gibbs, Gridelli, Gentile (92’ Bagalini), De Cesare, De Panicis (86’ Ascani), Valentini G., De Rosa. All. Morreale

Folgore Veregra: Morettini, Albano, Sako, Facci, Padovani, Rapazzetti, Perrella, Vaccarini, Moroni, Vadalà, Santarelli (64’ Caco). All. Quinzi (in tribuna per mancato tesseramento)

Arbitro: Marchei di Ascoli Piceno

Marcatori: 19’ De Panicis; 39’ Gridelli

Ammoniti: 38’ Vadalà (FV); 41’ Valentini D. (G); 69’ Avellino (G)

Spettatori: 50 circa – Calci d’angolo: 7-0 per il Grottammare

Recuperi: 1 minuto nel p.t.; 5 minuti nel s.t.

 

Partita senza storia al “Pirani” di Grottammare per la prima giornata del campionato di Eccellenza tra i padroni di casa e la Folgore Veregra, scesa in campo con 8 under su 11 (e comunque il più anziano era il capitano Padovani, classe 1995). Troppo alto il divario tecnico, nonché l’esperienza, tra le due compagini; semmai per il Grottammare poteva subentrare una certa leggerezza nell’affrontare l’incontro, vista la “storia” che ha accompagnato la società folgorina a questo debutto. Comunque, anche se la partita non è stata bella, tre punti dovevano essere e tre punti sono stati.

Il Grottammare si è presentato in campo senza il portiere titolare Beni, infortunatosi in allenamento nei giorni scorsi, sostituito dal debuttante Pirozzi (classe ’99), lo scorso anno nella squadra Allievi del Giulianova. Per il resto, la stessa formazione che sabato scorso ha pareggiato in casa nel derby di Coppa Italia contro il Porto d’Ascoli. La Folgore Falerone, invece, è arrivata in Riviera con soli dodici giocatori, due dei quali tesserati ieri, e con il mister Quinzi in tribuna in quanto sprovvisto del regolamentare tesserino.

Alla fine dell’incontro, terminato 2-0 per il Grottammare, entrambi i mister – chi per un verso, chi per un altro – hanno visto il bicchiere mezzo pieno: Morreale porta a casa il minimo sindacale e può affrontare i prossimi duri impegni con uno spirito diverso; Quinzi, dal canto suo, ha un manipolo di giovanissimi su cui può lavorare e, con qualche ritocco di esperienza, soprattutto a centrocampo e in attacco, può mettere in difficoltà chiunque.

 

La cronaca:

1’ – Partono forte i padroni di casa che vogliono chiudere la pratica prima possibile ed hanno subito un’incredibile palla gol: Valentini mette in mezzo un’invitante palla, De Panicis non controlla bene, alle sue spalle arriva di corsa Gentile il quale, a tu per tu con il portiere avversario, manda incredibilmente fuori.

6’ – Gentile, dalla sinistra, mette al centro un perfetto traversone su cui si avventa un indisturbato De Rosa: la sua conclusione di testa, però, a pochi passi dalla linea di porta termina alta.

9’- si crea una mischia in area con due tiri a botta sicura, di Gridelli prima e Gentile poi, ribattuti da avversari immolatisi alla garibaldina.

11’ – ancora un cross di Gentile (il più attivo in questa parte iniziale della partita), De Rosa controlla bene al centro dell’area e si gira ma la sua conclusione termina fuori di poco.

15’ – Gridelli batte una punizione al limite dell’area, il suo tiro a giro fa gridare al gol ma la sfera termina fuori di un soffio.

19’ – Giorgio Valentini si esibisce in una efficace serpentina sulla fascia destra, entra in area, finta il rientro sul sinistro e di destro, invece, mette al centro per l’accorrente De Panicis che non può sbagliare l’1-0. È la seconda rete in maglia biancoceleste del giovane classe ’97, dopo quella realizzata lo scorso anno nel derby contro il Porto d’Ascoli.

33’ – primo timido tentativo dei ragazzi folgorini: Santarelli sulla sinistra si libera bene di due avversari, entra in area e mette al centro un velenoso traversone basso che Gibbs risolve anticipando in scivolata anche il suo portiere.

39’ – il Grottammare raddoppia: dalla sinistra Gentile mette al centro una punizione per la testa del centrale Gridelli spintosi in avanti che non sbaglia a pochi metri dalla porta.

54’ – Gentile tira da posizione defilata, il portiere Morettini non trattiene, sulla palla si avventa De Rosa che viene atterrato al momento del tiro, per l’arbitro è tutto regolare.

63’ – De Panicis ruba palla sulla tre quarti, entra in area tutto solo ma si allunga troppo la palla e il portiere riesce ad intervenire deviando in angolo.

64’ – la Folgore effettua l’unico cambio a sua disposizione (per carenza di organico): entra Caco per Santarelli.

67’ – De Panicis – buona la sua prestazione odierna – si destreggia bene sul lato destro e mette al centro un invitante pallone per l’accorrente Traini: la sua botta dal limite finisce di poco a lato alla destra del portiere.

74’ – questa volta è Gibbs a pescare De Panicis al limite dell’area, leggermente spostato sulla sinistra, ma il suo tiro ad incrociare termina di un soffio a lato.

75’ – Gridelli scende sulla fascia destra e mette al centro un perfetto traversone per la testa di Giorgio Valentini al quale sarebbe bastato sfiorare la palla per buttarla alle spalle del portiere uscito un po’ avventurosamente, invece ritrae la “cabeza” ed il cuoio finisce fuori dalla parte opposta.

80’ – Giorgio Valentini sbaglia un’altra clamorosa occasione: uno-due con De Panicis e si ritrova una palla d’oro al centro dell’area, un comodo calcio di rigore in movimento ma il suo tiro finisce alle stelle.

85’ – è Gridelli, dalla lunga distanza, a pescare De Panicis al centro dell’area ma il colpo di testa, non certo la sua specialità, finisce fuori.

92’ – si registra – tra i padroni di casa – l’ingresso in campo del debuttante Bagalini (classe ’98).

93’ – De Rosa, a due passi dalla porta, non riesce a dare forza alla sua girata e Morettini para facile.

94’ – gli avversari si riaffacciano dalle parti di Pirozzi: Rapazzetti raccoglie una lunga punizione battuta da centrocampo da Perrella ma anche in questo caso la sua conclusione di testa termina fuori.

 COMMENTI

Vincenzo Morreale (Grottammare)

Era una partita da affrontare con le dovute cautele e concentrati al massimo perché in questi casi se scendi in campo convinto di fare una goleada, rischi invece di fare una figuraccia. Ci prendiamo la vittoria anche se non sono molto soddisfatto della prestazione; o meglio, nel primo tempo abbiamo fatto vedere buone cose, nella ripresa ci siamo adeguati al ritmo e abbiamo sbagliato troppo. Sotto porta bisogna essere più cinici.

 

Saturnino Quinzi (Folgore Veregra)

Già giocare questa partita per noi è stata una vittoria visto che fino a ieri mattina avevamo in rosa solo dieci calciatori. La sconfitta contro una buona squadra che secondo me, conoscendo bene anche il suo mister, farà un ottimo campionato è comunque dignitosa. Con un solo allenamento alle spalle non potevo pretendere di più dal punto di vista tecnico-tattico; io ho potuto lavorare solo sulla loro testa e l’impegno con cui sono scesi in campo i ragazzi mi è proprio piaciuto. Con qualche ritocco, possiamo dire la nostra.

 

Michele Rossi

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 203 volte, 1 oggi)