MACERATA- Ecco le interviste post Maceratese-Samb, 2 a 1 per i rossoblu all’esordio stagionale.

Lorenzo De Grazia( Maceratese): “E’ sempre un derby, per me è un doppio derby (il ragazzo è di Ascoli) quindi l’amarezza è ancora più grande. Nel primo tempo nettamente meglio, siamo calati nella ripresa ma comunque le nostre occasioni le abbiamo avute. Dopo il gol subito nel primo tempo la reazione c’è stata subito, è invece mancata questa reazione nel secondo tempo. Loro non hanno avuto tantissime occasioni, è mancata la veemenza nella reazione soprattutto a noi.”

Franco Fedeli:“Qualche appunto su Pegorin oggi che ha sbagliato qualcosa anche con i piedi. Nella ripresa un po’ meglio ma non troppo, il primo tempo l’abbiamo regalato, anche con delle sbavature difensive importanti. Ci prendiamo comunque un buon risultato e speriamo che i ragazzi crescano di condizione”.

Alberto Quadri:“La prestazione l’abbiamo messa in campo, nel primo tempo abbiamo fatto meglio di loro e potevamo chiudere in vantaggio. Nella ripresa siamo mancati i primi dieci minuti e siamo stati puniti ma poi comunque abbiamo reagito bene. La prestazione in linea di massima c’è stata e sono stati gli episodi a condannarci, le partite purtroppo sono così. Abbiamo perso con una squadra che forse, dai proclami ha ambizioni più grosse delle nostre”.

Ottavio Palladini: “All’inizio sono rimasto un po’ spiazzato dal loro modulo, un 3-5-2 inedito per me da quello che conoscevo di loro e all’inizio abbiamo sofferto. Siamo andati in vantaggio e per un episodio abbiamo preso il pareggio. Bene la ripresa in cui siamo scesi alla grande in campo anche se poi alla fine abbiamo sofferto abbastanza. Che esordio è stato? Sicuramente ottimo, volevamo fare bene e ci siamo riusciti, avevo tanti giocatori fuori condizione ed è stata oggettivamente dura, Ferrario l’ho rischiato. Complimenti comunque alla Maceratese che è molto organizzata e darà del filo da torcere a tutti.”

Federico Giunti: “I 15-20 minuti iniziali del secondo tempo ci sono costati la partita, anche con errori individuali che possono essere evitati. Potevamo e meritavamo sicuramente di più perché recuperare dallo svantaggio della prima frazione è stato comunque un buon segnale. Nonostante tutto nel finale siamo stati anche molto pericolosi e poteva andare meglio, ora testa bassa e rimettiamoci a lavorare. In questo gioco i 3 punti sono fondamentali ma noi siamo una squadra giovane e cresceremo. Voglio fare un elogio a Colombi, che ho pressato particolarmente in questi giorni, deve capire che è veramente forte e che noi contiamo molto su di lui.”

Presidente Tardella:  La presidentessa della Maceratese lancia sul finale di conferenza stampa una provocazione a Fioretti che stava attendendo assieme a Tortolano il suo turno per parlare.”Fioretti ha fatto una brutta figura per lui dando dichiarazioni umilianti una volta arrivato a San Benedetto, ha detto che la Maceratese è una società poco organizzata quando l’anno scorso questa squadra gli ha dato l’opportunità di fare dieci gol. Vorrei che venisse qui a dirle certe cose.”

Giordano Fioretti si presenta allora in sala stampa e dice “sono stato bene qui e sono grato per quello che ho fatto qui, le mie dichiarazioni riguardavano la differenza fra le tifoserie, a San Benedetto è certamente più caldo il tifo e c’è più attaccamento, lo dimostrano le appena 600 persone venute allo stadio la scorsa stagione per il big match contro la Spal, tutto qui se qualcuno vuole travisare lo faccia pure” si conclude così un acceso battibecco ravvicinato fra il calciatore e la sua ex presidentessa.

Emiliano Tortolano: “Esordio e gol sono una gioia immensa, sono stato a lungo senza segnare, con questo gruppo possiamo fare molto e arrivare lontano, chi ben comincia è a metà dell’opera. Sono felicissimo per la gioia data ai compagni e alla tifoseria, che ci ha seguito numerosa qui.”

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.436 volte, 1 oggi)