SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Manca davvero poco al debutto dei rossoblu nella Lega Pro 2016-2017. L’agognato ritorno fra i professionisti è distante poco più di 24 ore e poco meno di 90 chilometri, tanta infatti la distanza con lo stadio Helvia Recina, che sarà teatro di Maceratese-Samb. A quanto riportato dalla società rossoblu, sono circa 300 i biglietti venduti ai supporters rivieraschi per la gara di domani.

Sette anni dopo Lecco, l’ultimo atto e l’ultima apparizione della Samb in Lega Pro, i rossoblu si preparano per quella che è a tutti gli effetti una “nuova vita”. A presentare una gara che vale tanto sportivamente, e ancora di più sentimentalmente, è Ottavio Palladini che incontra la stampa allo stadio dopo l’allenamento di rifinitura svoltosi in tarda mattinata presso le strutture che in questi giorni stanno ospitando i rossoblu nel quartiere Agraria.

Il mister ha affermato ai giornalisti: “Vogliamo iniziare col piede giusto per prendere fiducia ed entusiasmo. Una bella prestazione sarebbe utile per cementare ancora di più il gruppo”.

Su che tipo di gara sarà quella di domani, l’allenatore sembra avere le idee chiare: “Bisogna prendere la gara dal verso giusto, prepararsi dal punto di vista mentale per una gara tosta e importante, un derby a tutti gli effetti. Loro sono una squadra giovane e rinnovata. Davanti hanno un ottimo potenziale”.

Il mercato si è chiuso da poco e le valutazioni dell’allenatore sulla rosa messagli a disposizione dal Ds Sandro Federico  paiono positive: “Io avevo chiesto dei giocatori: un difensore centrale e un esterno che saltasse l’uomo e mi ritengo soddisfatto. Ricordiamoci che siamo una neopromossa e una squadra giovane che però può mettere in difficoltà tutti. Sarà compito anche dell’ambiente caricarci e darci gli stimoli giusti”chiude il mister.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.066 volte, 1 oggi)