SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella mattinata del 29 agosto, intorno alle 9.30, l’Associazione degli Imprenditori Turistici Balneari, Itb Italia, a seguito dello spaventoso terremoto che ha colpito le regioni del centro Italia, si è mobilitata per portare un contributo alle popolazioni così duramente segnate tramite un incontro tra gli operatori turistici e balneari.

Dopo la riunione è seguita una conferenza stampa del presidente Giuseppe Ricci che ha illustrato i provvedimenti presi.

“Dopo varie consultazioni abbiamo optato per le proposte che ci sono sembrate interessanti e facilmente realizzabili – ha affermato il presidente dell’Itb Italia – Abbiamo indetto, per le domeniche del 4 e dell’11 settembre, le giornate di ‘Soledarietà’. Un termine forte e significativo che sta ad indicare come poter aiutare gli sfollati anche prendendo il sole in spiaggia. In queste domeniche i ricavati, derivanti dai bagnanti giornalieri che verranno ai stabilimenti balneari aderenti all’iniziativa e prenderanno ombrellone, sdraio e lettino, saranno interamente destinati alle popolazioni colpite dal sisma”.

Il costo di una giornata al mare è tra i 10 e 15 euro, dipende dallo stabilimento. “A fine settembre – prosegue il presidente Giuseppe Ricci – noi associati, insieme ad altri Enti, ci riuniremo e decideremo dove destinare i ricavi ottenuti dalle giornate di ‘Soledarietà’ “.

Questa, però, non è l’unica iniziativa decisa nella riunione odierna. “Abbiamo pensato a un’altra manifestazione che potrà coinvolgere tutti, non solo i bagnanti giornalieri – prosegue il presidente dell’Itb Italia – Per il 3 settembre stiamo organizzando una tavolata sul lungomare di San Benedetto dove poter vendere e degustare l’Amatriciana e altri piatti tipici dei territori colpiti dal terremoto. Anche in questo caso, naturalmente, l’intero ricavato sarà destinato ai terremotati. In mattinata alcuni nostri membri parleranno con elementi della Giunta Comunale sambenedettese per realizzare questa iniziativa. Inoltre sarà stilato un elenco, che sarà reso pubblico in seguito, di coloro che parteciperanno alla tavolata. Infine voglio aggiungere che nella serata del primo settembre, allo chalet Stella Marina dalle 21.15, durante lo spettacolo del Vernacolo sarà possibile acquistare a 5 euro il libro di Pietro Rosetti, detto Bistecca, concessionario della Riviera. Scontato dire che il ricavato della vendita del testo andrà alle popolazioni colpite dal sisma”.

Il presidente Giuseppe Ricci ha voluto fare un appello alla cittadinanza: “Aderite a queste iniziative, è importante aiutare queste persone che molti di noi conoscevamo personalmente. Quei territori rappresentano anche un forte bacino d’utenza per le nostre spiagge. In molti passano le vacanze qui o hanno anche delle case. Aiutiamoli e facciamo sentire tutta la nostra vicinanza”.

Non è mancata una stoccata a coloro che hanno disdetto in varie strutture ricettive le prenotazioni e quelli che sono andati via in anticipo. “San Benedetto del Tronto, data la sua conformazione e posizione, non corre nessun rischio. Comprendo la paura dei vacanzieri e forestieri però un’adeguata informazione aiuterebbe a comprendere le zone realmente pericolose. La Riviera non è una di queste, fortunatamente”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 267 volte, 1 oggi)