ANCONA – Essere solidali è parte del Pesceazzurro, la catena di ristoranti self-service della cooperativa di pescatori Coomarpesca, che lancia la campagna a favore delle popolazioni del  Centro  Italia, colpite dal terremoto del 24 agosto. Per ogni “Menù del cuore” che sarà consumato in uno dei cinque ristoranti della catena, Senigallia (An), Fano (Pu), Cattolica (Rn), Rimini, Milano Marittima (Ra), saranno donati 5 centesimi. La somma complessiva sarà consegnata ad una delle amministrazioni del territorio per essere utilizzata in iniziative a favore delle persone che stanno subendo le conseguenze del sisma. La campagna di solidarietà si svolgerà dal 1 al 30 settembre. Il Pesceazzurro, nel 2012, realizzò una simile iniziativa a favore dei terremotati dell’Emilia Romagna. Vennero allora raccolti 3.500 euro che furono consegnati agli amministratori locali.

“Siamo tutti rimasti profondamente colpiti da quanto successo – dice Marco Pezzolesi, amministratore unico del Pesceazzurro -, ci siamo subito chiesti che cosa fare per provare ad essere vicini a queste persone. E’ stato automatico pensare di ripetere la bella esperienza di solidarietà che portammo avanti quando purtroppo il terremoto colpì l’Emilia Romagna. I nostri clienti, anche in quell’occasione e siamo sicuri anche con questa iniziativa, dimostrarono un grande apprezzamento e calore verso le persone coinvolte. Un’affezione che abbiamo potuto trasmettere di persona a Finale Emilia quando, in un pranzo che abbiamo organizzato con la Protezione civile nella tendopoli, abbiamo consegnato la cifra che avevamo raccolto”.

Pezzolesi aggiunge che “si potrebbe pensare che questa del Pesceazzurro è una piccola azione, un piccolo gesto di vicinanza. Ma siamo sempre stati convinti che ognuno, per quel che può fare, ha il dovere di essere solidale, di aiutare chi in quel momento ha più bisogno. Sempre e comunque”. Pesceazzurro è da anni in prima linea sul fronte della solidarietà con Telethon. Per ogni pasto consumato nei cinque ristoranti viene donato un centesimo a favore della Onlus. Un’iniziativa che, dal 2006, ha permesso di raccogliere 30 mila euro per le attività di Telethon.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 454 volte, 1 oggi)