SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella notte tra 23 e 24 agosto, presso l’Ospedale di San Benedetto del Tronto, è stato eseguito un prelievo multi organo (fegato, reni e cornee) da una donatrice di 73 anni deceduta in Rianimazione.

Ciò è stato possibile prima di tutto grazie all’enorme gesto di altruismo e generosità dei familiari che hanno acconsentito alla procedura e in secondo luogo alla professionalità di tutto il personale sanitario coinvolto.

Il prelievo d’organi è stato il risultato di un complesso processo di gestione clinica e organizzativa  del donatore che ha impegnato il personale sanitario dell’ospedale di San Benedetto del Tronto, il personale dell’Anatomia Patologica del Mazzoni di Ascoli Piceno, l’equipe chirurgica del Centro Trapianti di Ancona Torrette, il personale del CRT marche di Ancona e del NIT di Milano e che ha dimostrato, ancora una volta, capacità organizzativa e tecnica dell’Ospedale di San Benedetto nel gestire una procedura lunga e complessa quale un prelievo multi organo da cadavere a cuore battente.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 553 volte, 1 oggi)