MASSIGNANO – Due serre estese su 180 metri quadrati complessivi per accogliere una piantagione di marijuana, con 70 piante alte fra i 2,80 e i 3 metri e una quarantina appena messe a coltura.

Le hanno scoperte i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Teramo nelle campagne di Massignano, in provincia di Ascoli Piceno.

A quanto riportato dall’Ansa, sono stati arrestati due uomini, un marchigiano e un abruzzese, con l’accusa di coltivazione di marijuana.

I due sono stati sorpresi nella piantagione, nell’azienda agricola di uno dei due, dopo essere stati pedinati per giorni.

I carabinieri hanno tagliato a raso la piantagione e, sfogliati gli arbusti, hanno ricavato 85 chili di “erba”.

La sostanza stupefacente, immessa sul mercato, avrebbe fruttato circa 50 mila euro. I due hanno ottenuto gli arresti domiciliari e rimarranno a disposizione della Procura della Repubblica di Fermo, competente per territorio.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.042 volte, 3 oggi)