SAN BENEDETTO DEL TRONTO- L’aggressione patita da un egiziano 35enne alle prime ore del 17 agosto sta rappresentando l’ennesima recrudescenza di un fenomeno che, specialmente d’estate, vive dei picchi emergenziali particolari e che, volente o nolente, siamo ormai tutti abituati a chiamare “Movida Molesta”.

Attorno alla questione, con l’aiuto e sulla scia dei fatti di cronaca, sono molte le voci della politica locale che si stanno facendo sentire in queste ore sulla questione. L’ultima in ordine di tempo è la voce della Consigliera Comunale d’opposizione Flavia Mandrelli, eletta fra le liste di Uniti per San Benedetto alle ultime elezioni.

“ll nostro nuovo Sindaco, nella precedente legislatura, come Consigliere di opposizione è intervenuto più e più  volte per chiedere con forza soluzioni”- esordisce in una nota il membro dell’assise- “oggi non è ammissibile che ci si nasconda dietro le competenze, i “faremo” e i “vedremo” continua la Mandrelli che lamenta anche “l’insufficienza”- a suo dire- “di un programma di buona amministrazione” da parte de nuovo esecutivo, proponendo essa stessa una sorta di “ricetta” scaccia Movida fatta di “telecamere collegate alle sale operative delle forze dell’ordine”, da finanziare propone il politico, “attraverso i fondi Ue” sulla scia della rinnovata emergenza sicurezza che investe l’Europa negli ultimi tempi.

E ancora “bagni autopulenti nei luoghi di maggiore afflusso” senza dimenticare continua Flavia Mandrelli, “un accurato controllo della vendita di alcolici (troppi sono i ragazzi minorenni che si vedono per le strade con bottiglie di birra o shottini bevuti l’uno dietro l’altro fino a stordirsi completamente) e avere immediate conseguenze (chiusura dei locali) laddove si riscontrano violazioni alle leggi vigenti”. L’appello della consigliera si conclude poi con la necessità, a suo dire, “di un’alternativa nell’offerta di divertimenti in città assieme a un investimento, mai fatto, nella cultura di qualità, nell’educazione al rispetto del bene comune e delle regole condivise. ”

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 705 volte, 1 oggi)