ACQUAVIVA PICENA – Si è svolta la scorsa settimana la tradizionale Rievocazione Storica del Matrimonio tra Forasteria d’Acquaviva e Rinaldo di Brunforte nell’anno 1234, organizzata dall’Associazione Palio del Duca, con la competizione tra i Rioni per la vittoria del Drappo e il suggestivo banchetto finale in fortezza.

La manifestazione ha avuto inizio giovedì 4 Agosto, con l’Impalmazione“, il primo incontro dei futuri sposi, rispettivamente delle famiglie Acquaviva e Brunforte, i cui membri hanno sfilato nelle vie del paese. Forasteria è stata interpretata dalla diciottenne acquavivana Alessia Maccaferro, e in Piazza del Forte i notai hanno constatato la sua dote, e stipulato il matrimonio. Gli spettatori successivamente hanno potuto assistere allo spettacolo di fuoco del Drago Bianco e alle acrobazie del gruppo Sbandieratori e Musici del Sestiere di Porta Romana. Infine, un momento di raccoglimento per la scomparsa di Giacinto Federici, segretario storico della Quintana di Ascoli Piceno, Cavaliere di Sponsalia e profondamente legato all’Associazione del Palio del Duca.

Venerdì 5 agosto si è svolto il vero e proprio matrimonio tra Forasteria e Rinaldo, officiato secondo l’antico codice medievale. Il tradizionale Palio è stato vinto dal Rione Civetta, che ha trionfato nei giochi del Taglio del Tronco, della Corsa con la Pajarola e il Tiro alla fune, conquistando così l’ambito Drappo ad opera della pittrice e scultrice Emma Fausti di Norcia. Il Rione Aquila ha vinto invece nella Corsa con i sacchi.

Finale “col botto” domenica 7 Agosto con il Banchetto indetto dal Duca Rinaldo per gli Sposi, lo spettacolo pirotecnico e il peculiare Incendio della Fortezza, che ha stupito tutti i partecipanti. I commensali hanno potuto gustare sei gustose portate preparate dallo chef Emidio della Dimora di Bacco, intrattenuti da danze, fuoco, saltimbanchi e giullari. Il presidente dell’Associazione Palio del Duca Nello Gaetani ha consegnato un riconoscimento al Sindaco Avv. Pierpaolo Rosetti e all’Amministrazione Comunale per l’impegno nell’organizzazione di Sponsalia. Menzione speciale per l’Azienda Agricola Zafferano Piceno, che ha avviato un progetto sulla riscoperta dei valori tradizionali della coltivazione della terra, e che l’Associazione Palio del Duca sostiene attraverso la promozione e la vendita dei suoi prodotti.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 297 volte, 1 oggi)