MASSIGNANO – L’orgoglio del paese da 58 anni, la Sagra massignanese è la più antica di tutto il piceno e, come da tradizione, si svolge rigorosamente il 14 agosto.

“E’ stata la prima e resta la più bella”, questo è il motto che accompagna l’evento ogni anno. A differenza delle altre sagre, quella delle frittelle non è solo gastronomia, ma anche balli di gruppo, storia, tradizione e cultura; in sostanza, l’elisir dell’estate perfetta per i tanti visitatori che vi accorrono ogni anno.

La ricetta della frittella è un tesoro inestimabile, una ricetta che si tramanda di generazione in generazione.

La manifestazione si svolge presso il campo polivalente di Massignano, in via Parco delle Rimembranze, gli stand gastronomici aprono dalle ore 18. Oltre alla specialità delle frittelle, è possibile gustare pizzette fritte, salsicce, arrosticini di castrato, fagioli con cotiche, e molto altro. Musica dal vivo con la band “I Pupazzi”, per allietare l’evento fino a tarda notte.

Presso la sala consiliare in piazza Garibaldi è inoltre possibile visitare la mostra di pittura a cura di Giuseppe Alesiani.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.025 volte, 1 oggi)