SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nell’ambito dei servizi di contrasto alla guida in stato di ebrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti predisposti dal Compartimento Polizia Stradale per le “Marche” e coordinati in ambito provinciale dalla Sezione Polizia Stradale di Ascoli Piceno diretta da Nadia Carletti, nella notte tra il 5 e 6 agosto una pattuglia del Distaccamento Polizia Stradale di Amandola è stata impegnata nei controlli al fine di  verificare le condizioni psicofisiche dei conducenti dei mezzi in circolazione.

Durante tali accertamenti, che sono stati svolti nell’ambito del Comune di San Benedetto del Tronto, dove nei fine settimana è maggiore la presenza di giovani, sono stati controllati complessivamente  42 mezzi tra autoveicoli e motoveicoli, e sottoposti ad accertamenti a mezzo di etilometro e precursori in dotazioni alla pattuglia della Specialità 30 conducenti, dodici patenti sono state ritirate ad altrettanti conducenti che  sono risultati positivi ai controlli per la guida in stato di ebrezza.

Per dieci di questi si procederà alla segnalazione alla Procura della Repubblica.

Uno scooter è stato sottoposto a sequestro finalizzato alla confisca in quanto in conducente nonché proprietario del mezzo è trovato alla guida con un tasso alcoolemico superiore di tre volte quello consentito dalla norma.

Sono state elevate delle sanzioni anche per il mancato uso delle cinture di sicurezza.

Dalle patenti sono stati  decurati complessivamente 142 punti.

La Polizia Stradale al fine di garantire la sicurezza della circolazione è presente nelle province di Ascoli Piceno e Fermo, in questi giorni è anche impegnata con le proprie pattuglie sia sull’A14 che sulle strade maggiormente interessate dai flussi veicolare dei turisti e dei pendolari che intendono raggiungere le località di villeggiatura.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.300 volte, 1 oggi)