ASCOLI PICENO – Il Questore delle Province di Ascoli Piceno e Fermo nell’ambito delle iniziative intraprese nel settore del controllo del territorio a tutela dell’ordine, la sicurezza e la tranquillità pubblica nel primo comprensorio, ha adottato su proposta dell’Arma dei Carabinieri, tre misure di prevenzione (nella fattispecie divieti di ritorno nei comuni di San Benedetto del Tronto, Offida e Castorano) nei confronti dei seguenti soggetti pregiudicati per vari reati:

D.M., 35enne senegalese regolarmente soggiornante denunciato per ricettazione di una bicicletta rubata a San Benedetto del Tronto;

I.G., 39enne foggiano controllato in stato di manifesta ubriachezza all’interno di un bar della stessa città dopo aver molestato e minacciato il titolare nel tentativo di impossessarsi di una somma di denaro posta sul bancone dell’esercizio commerciale. Era già destinatario di analoga misura più volte violata e di ulteriori provvedimenti di divieto di ritorno in diversi comuni del territorio nazionale;

V.P., 59enne ascolano sorpreso mentre transitava con fare sospetto a bordo della propria autovettura in orario notturno nei pressi di alcune abitazioni isolate in una zona priva di illuminazione posta al confine dei comuni di Offida e Castorano. In atto sottoposto a provvedimento di divieto di ritorno nei comuni di Cossignano e Ripatransone;

I divieti di ritorno hanno riguardato soggetti dediti alla commissione di reati predatori ovvero che arrecano molestia o disturbo alle persone ed alle attività commerciali.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 977 volte, 1 oggi)