SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Il Pd Sambenedettese ha ora un commissario per far fronte all’assenza di una guida dopo le dimissioni del segretario Sabrina Gregori. La figura è quella del Consigliere Comunale, nonché primo fra gli eletti per numero di consensi, Antimo Di Francesco che rende noto il suo nuovo incarico in una lunga comunicazione, incarico, si legge “che ho assunto dopo la richiesta della dirigenza del Pd Sambenedettese”.

Operatività, condivisione e rilancio sono i tre pilastri sui cui saranno ancorate le redini della guida temporanea di Di Francesco. Assieme alla programmazione il consigliere pone l’accento “sull’indispensabilità di riaprirsi alla città, tornare nelle piazze tra la gente per confrontarci e ascoltare i cittadini. Far tornare a sventolare le bandiere del PD nei luoghi di partecipazione e confronto.”

In questo senso il nuovo commissario annuncia a settembre “una grande festa dell’Unità PD San Benedetto per affrontare temi di carattere locale regionale e nazionale, tre importanti appuntamenti di rilievo, la festa del tesseramento oltre alla campagna di ascolto e confronto nei vari quartieri con la città.”

Di Francesco richiama poi lungamente “all’unità da ritrovare” all’interno del Pd, unità minata dalle polemiche post elettorali all’interno di un partito che la stessa Gregori, da ex segretario, definì “arrivato a un livello bassissimo”. Il partito ora si stringe attorno a una figura di spicco a livello cittadino in attesa della nomina del nuovo segretario che arriverà in occasione del prossimo congresso. Ma qui i tempi sono incerti visto che la direzione nazionale ha “congelato” gli stessi fino a dopo il referendum costituzionale, a cui Matteo Renzi sta legando tanto del futuro dello stesso partito in termini di leadership nazionale.

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 568 volte, 2 oggi)