SAN BENEDETTO DEL TRONTO- “Apprendo con profonda mestizia che l’intera zona della Riviera delle Palme, inclusa la città di San Benedetto del Tronto, è stata esclusa dall’implementazione del nuovo piano regionale di elisoccorso, presentato recentemente dalla Giunta Ceriscioli, che prevederà dalla fine dell’anno una copertura oraria del servizio di 24 ore al giorno ”. A parlare, a nome di Forza Italia, è il consigliere sambenedettese Stefano Muzi che manifesta così il disappunto della forza politica a cui fa riferimento a seguito di quella che definisce “una mancata estensione del servizio di eliambulanza nella città rivierasca.”

Per Muzi la sola zona costiera rappresenta un’area fortemente a rischio emergenze con “oltre 70mila abitanti moltiplicati dalle presenze turistiche”. L’esponente di centrodestra lamenta inoltre una certa disparità di trattamento con le altre province marchigiane: “La provincia di Pesaro conta 6 elisuperfici per l’atterraggio, 4 l’anconetano, 13 il maceratese e solo 2 elisuperfici la provincia di Ascoli Piceno ad Arquata e Ascoli” chiosa il consigliere che poi si auspica un “ravvedimento della Giunta Regionale” per l’inserimento della zona costiera nel progetto.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 454 volte, 2 oggi)