SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Entro il 15 settembre sarà possibile partecipare alla seconda edizione di Ecapital Culture – Adriatic Start-up School, progetto rivolto ai giovani dei paesi della Macro Regione Adriatico – Ionica (Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Grecia, Italia, Montenegro, Serbia, Slovenia), intenzionati ad avviare imprese capaci di valorizzare il patrimonio culturale del territorio.

Lo scopo principale del progetto è infatti lo sviluppo economico del turismo culturale in quest’area, attraverso la creatività ed il talento di giovani futuri imprenditori.

La prima edizione, svoltasi nel 2015, ha coinvolto 25 giovani provenienti dai paesi della Macro Regione. Questa seconda edizione del progetto è promossa e finanziata da Fondazione Marche, Camera di Commercio di Ancona, Università Politecnica delle Marche, Comune di Ancona e Istao e prevede uno specifico bando riservato ai giovani provenienti dalla Regione Marche.

I giovani ammessi avranno la possibilità di frequentare l’ISTAO per 2 mesi gratuitamente (dalla metà di ottobre alla metà di dicembre) grazie alle borse di studio messe a disposizione dai Promotori e da Banca Intesa Sanpaolo.

“Il patrimonio culturale della Macro Regione – dice l’assessore alle politiche comunitarie Annalisa Ruggieri – offre l’opportunità di sviluppare “start  up” innovative in grado di attrarre il turismo culturale di particolare interesse e valore economico. Per questo auspico che anche dalla città di San Benedetto possano arrivare candidature: abbiamo bisogno di idee innovative nel campo culturale e turistico capaci di tradursi in impresa e posti di lavoro”.

Bandi e tutte le informazioni sono reperibili sul sito web del progetto startupschool.ecapital.it.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 210 volte, 1 oggi)