MARTINSICURO – Dopo la tragica morte del pensionato di Villa Rosa, inciampato nei giorni scorsi sul cordolo della ciclabile, i consiglieri di minoranza hanno fatto richiesta per una commissione sul Bike to coast. L’obiettivo è quello di verificare se esiste la possibilità di migliorare i tratti di pista ciclabile già realizzati a Villa Rosa e rivedere, eventualmente, il progetto relativamente ai tratti di prossima realizzazione. La pericolosità del cordolo era stata già segnalata in consiglio dalle minoranze che avevano chiesto di verniciarlo di un colore diverso per renderlo più visibile.

“Ci chiediamo – scrive il segretario del locale Pd, Elisa Foglia -perché, nonostante sia trascorso oltre un mese dalle segnalazioni dei nostri consiglieri sulla pericolosità di quel maledetto cordolo, ancora non sia stato messo in sicurezza. Perché non è stato predisposto un rimedio provvisorio in attesa della sistemazione definitiva? Chiediamo un intervento immediato, anche perché ci risultano altre cadute.

Una pista ciclabile che dà valore aggiunto alla nostra città si sta trasformando in un ricettacolo di problemi. Problemi dettati da interventi che hanno fin da subito evidenziato numerose criticità sulle quali il sindaco invece di riflettere ha minacciato azioni legali. Forse più umiltà e maggiore ascolto sarebbero stati più opportuni. Ricordiamo, infatti, oltre alle segnalazioni della Ciclat, l’interrogazione dei consiglieri pd (protocollata 18 marzo 2016) sulla mancata previsione di uno scarico delle acque bianche che determina il conseguente allagamento della pista in caso di pioggia alla quale non è mai stata data risposta.

Anche, e non solo, per avere queste risposte abbiamo deciso, insieme a tutte le minoranze, di chiedere una commissione proprio sul Bike to coast. E ricordiamo infine che garantire l’incolumità dei cittadini e prevenire risarcimenti è compito di chi amministra.”

“Senza voler fare alcuna strumentalizzazione politica né alimentare polemiche inutili – le parole di Massimo Vagnoni di Progetto Comune – ho richiesto, insieme ai colleghi consiglieri di minoranza, la convocazione urgente di una commissione al fine di verificare se, e in che termini, sia possibile migliorare i tratti di pista ciclabile già realizzati a Villa Rosa e, magari, rivedere il progetto relativamente ai tratti di prossima realizzazione, con particolare riferimento a Martinsicuro centro.

Al di là delle diverse opinioni che si possano avere sul tema, le diverse criticità venute alla luce relative alla viabilità, alla sicurezza di pedoni e ciclisti, alla adeguatezza della rete di canalizzazione delle acque e alla adeguata visibilità dei cordoli installati, ci impongono, a mio avviso, una attenta riflessione su come rendere più funzionale e più sicura un’opera tanto importante per la nostra città.  Per questo abbiamo chiesto un incontro tecnico – politico al fine di verificare, con serietà e senso di responsabilità, se si possano individuare soluzioni alternative e migliorative.

Prima dell’inizio dei lavori, avevamo chiesto un consiglio aperto anche per ragionare su aspetti dell’idea progettuale che meritavano un maggior approfondimento.

Oggi, nel consueto spirito collaborativo tenuto dalle minoranze, torniamo a chiedere un momento di condivisione collettiva di un opera pubblica che deve rappresentare un punto di forza per il territorio e non continua fonte di polemiche.

Per questo auspico, almeno questa volta, un apertura al dialogo ed al confronto su un tema che è di interesse generale e che merita un approccio che prenda atto delle evidenti criticità e che pensi a possibili soluzioni.”

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 576 volte, 1 oggi)