SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Comunicavano preventivamente un codice agli studenti, così da poter rispondere correttamente ai test a risposta multipla”. Questo è quanto hanno rilevato le ispezioni svolte dal Ministero della Pubblica istruzione, notizia anticipata dal Resto del Carlino e diffusa in seguito dall’Ansa.

“Un sottile stratagemma escogitato – secondo gli inquirenti – per permettere ai maturandi della Scuola Domani di San Benedetto, istituto scolastico privato per ragionieri e geometri, di superare l’esame di stato”.

Sul caso è stato aperto immediatamente un fascicolo contro ignoti, rilevando il possibile reato di abuso d’ufficio. Si ritiene tuttavia che le ipotesi di imputazione possano ampliarsi nel corso delle indagini preliminari.

Il dirigente scolastico professor Vincenzo Jorio respinge qualsiasi accusa asserendo che le prove si svolte nel rispetto delle regole. Il Miur intanto dichiara che gli esami proseguono con riserva.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.804 volte, 1 oggi)