MARTINSICURO – Inciampa sul cordolo della ciclabie e batte violentemente la testa sul marciapiede, muore dopo alcuni giorni nell’ospedale di Teramo.

E’ la tragica vicenda che si è consumata sul lungomare di Villa Rosa e nella quale ha perso la vita Elio Scardecchia, 78 anni, pensionato. L’uomo, nel tardo pomeriggio di venerdì 8 luglio, stava attraversando a piedi la pista ciclabile quando è inciampato, battendo violentemente la testa sullo spigolo del marciapiede e perdendo molto sangue.

Sul posto si era subito portata un’ambulanza della Croce Verde che aveva trasportato l’uomo all’ospedale Val Vibrata di Sant’Omero. I sanitari del pronto soccorso si eranomaccorti immediatamente della gravità delle lesioni riportate, si parla della rottura di sfenoide e etmoide della base cranica. Una volta intubato era stato trasferito d’urgenza presso l’ospedale Mazzini di Teramo dove l’uomo domenica sera è deceduto. Elio Scardecchia era molto conosciuto a Martinsicuro e nella frazione di Villa Rosa, dove abitava, e per tanti anni aveva lavorato presso il mobilificio Fastigi.

La notizia ha riacceso la discussione, specie sui social, riguardo alla pericolosità del cordolo della nuova bike to coast che, secondo molti, sarebbe poco visibile e andrebbe verniciato di un altro colore.

Da tempo il gruppo consiliare del Pd rimarca la pericolosità della pista ciclabile anche se ora bisogna verificare le cause dell’accaduto. “Abbiamo sollecitato in ogni modo gli amministratori, anche in consiglio comunale, sulla pericolosità dei cordoli – il commento dei due consiglieri comunali del Pd Giuseppe Capriotti e Simona Antonini – abbiamo chiesto a gran voce di trovare una soluzione per questo cordolo poco visibile, perchè, a nostro avviso, era troppo pericoloso.

Un mese fa in consiglio comunale le vostre teste ci facevano cenno di assenso alla nostra proposta di verniciarlo, ammettendo che era necessario intervenire al più presto ma non abbiamo visto ancora nulla, ovviamente noi non sappiamo se sia questa la causa dell’incidente e di chi e’ la responsabilità di quanto accaduto ma ormai ogni parola è vana, quello di cui avevamo timore è successo e la vita non la porta indietro nessuno.”

La morte improvvisa di Elio Scardecchia che ha provocato sgomento ed ha stretto l’intera Villa Rosa vicino ai suoi familiari. Ancora non si conosce la data dei funerali e se sul corpo dell’uomo verrà eseguita l’esame autoptico.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 644 volte, 1 oggi)